eventi
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

mercoledì 7 luglio 2021


Minirillo, il gialletto dalla pezzatura ridotta

Il segmento del melone gialletto in questa stagione si arricchisce di una novità: Minirillo, l'ultimo nato in casa Seminis. La ditta sementiera, che con Giorillo è un punto di riferimento in materia di gialletti, ha continuato a investire in innovazione varietale arrivando quest'anno alla prima stagione commerciale del nuovo melone.

Si tratta, come spiega a Italiafruit News Vanes Montanari, responsabile tecnico melone e anguria di Seminis, di un prodotto sviluppato nella logica di avere una dimensione del frutto più piccola rispetto a Giorillo.

Minirillo, lo si intuisce dal nome, si distingue prima di tutto per il calibro. "E' più piccolo rispetto agli standard dei gialletti tradizionali - evidenzia il manager Seminis - solitamente ha un peso che rispetto al Giorillo varia tra 300 e 500 grammi in meno. Crediamo che una pezzatura del genere possa trovare spazio nel mercato del gialletto, soprattutto nell'ottica del prodotto destinato alla distribuzione moderna, che da tempo era alla ricerca di pezzature più piccole e prodotti più lavorabili nel campo dei gialletti.


Minirillo vs Giorillo

Da un punto di vista agronomico, la pianta si distingue per essere forte, sana, resistente alla razza 3.5 dell'Oidio, e grazie alla presenza del gene Vat risulta altamente repellente agli afidi. Tutto questo consente di mettere in campo strategie sempre più sostenibili, ottimizzando l'impiego di agrofarmaci.

Gli areali di riferimento per Minirillo sono quelli siciliani, il Brindisino, il Metapontino, la Calabria e il Centro Italia, dove nel Viterbese si sono coltivazioni in corso. "Le prime raccolte saranno a fine luglio, con un picco di produzione previsto ad agosto - riferisce Montanari - Minirillo presenta una rugosità superiore a Giorillo, stessa dolcezza e stessa conservabilità. Ha sempre una forma rotondeggiante, però con una colorazione della buccia più intensa - conclude il responsabile tecnico melone e anguria di Seminis - Per essere la campagna d'esordio siamo molto soddisfatti, Minirillo sarà visibile in maniera importante sul mercato".

Copyright 2021 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: