eventi
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

martedì 2 aprile 2019


Mele, la triangolazione del sospetto

Ma vi sembra logico che una mela turca, per arrivare sul mercato russo, passi prima dalla Lettonia e poi dalla Bielorussia? La cosa puzza anche alle autorità della Russia e così Rosselkhoznadzor, l'agenzia per la sorveglianza fitosanitaria, ha deciso di vietare l'importazione di mele turche attraverso la Bielorussia. La misura è stata presa per evitare casi di riesportazione di frutta soggetta all'embargo, quindi proveniente dall'Europa.

Il blocco delle importazioni è stato deciso il 22 marzo dopo che, secondo l'agenzia russa, i colleghi bielorussi sono stati invitati più volte a rafforzare il controllo delle esportazioni e svolgere attività per confermare il Paese di origine dei Paesi terzi.

Nonostante i numerosi avvertimenti secondo Rosselkhoznadzor la riesportazione prosegue. "Nel marzo di quest'anno c'è stato un forte aumento delle consegne alla Russia di mele fresche che, secondo i documenti, sono state prodotte in Turchia - scrive in una nota Rosselkhoznadzor - E' stato osservato un percorso logistico illogico, con la circolazione dei prodotti che, anziché direttamente dalla Turchia ad entrare nel porto di Novorossiysk, seguono queste direzioni: Turchia - Lettonia - Bielorussia - Russia".

E ora la Russia, per difendere le sue politiche di embargo verso l'ortofrutta europea, starebbe pensando di passare all'importazione diretta da Paesi terzi bypassando la Bielorussia o altre nazioni dell'Unione euroasiatica.

Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: