eventi
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

martedì 4 maggio 2021


Lusia: per lattughe brasiliana e gentile prezzi in salita

Dopo un discreto andamento meteorologico di marzo, il mese di aprile è stato caratterizzato durante le prime settimane da temperature inferiori alle medie stagionali, vedendo un rialzo più marcato nella parte centrale e una ulteriore ricaduta delle temperature negli ultimi giorni del mese.
La commercializzazione nella prima parte del mese ha subito un rallentamento per le avverse condizioni meteo con flessione dei prezzi. Nella seconda quindicina di aprile (esclusi gli ultimi giorni) con l’arrivo delle temperature più miti si è riscontrato in mercato un risveglio della domanda con conseguente aumento delle quotazioni.

Entrando nell’aspetto commerciale, il mercato ha visto nel suo insieme una lieve flessione di prodotto commercializzato, dovuto molto probabilmente all’aspetto meteo come detto
pocanzi.
Scendendo nel dettaglio per quanto riguarda il comparto aglio troviamo un aumento nella commercializzazione per il tipo in treccia, cosa che ha inciso in maniera leggermente negativa sul prezzo finale riducendone il valore del 23% circa passando da una media di 5,40 euro relativi ad aprile 2020 ai 4,14 di quest’anno. Sempre per quanto riguarda il comparto aglio, vediamo in mercato una notevole flessione dei volumi di aglio verde, in attesa che le temperature migliorando ne favoriscano la maturazione.

Vendita frizzante per la barbabietola rossa che vede un incremento di prezzo pari quasi al doppio rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente a fronte di una leggera riduzione di quantitativi.
Lieve decremento di vendita per la bieta da costa, meglio per quella da taglio che oltre ad avere un 42% in più di volumi scambiati vede un costante mantenimento del prezzo.
Quanto al comparto carote la domanda è stata sostenuta e le quotazioni hanno teso ad una stabilità di prezzo con quello realizzato ad aprile 2020 nonostante un consistente aumento dei
volumi conferiti. Il tipo defogliato molto richiesto dalla domanda ha realizzato buone quotazioni a fronte di un calo delle quantità commercializzate.

Per quanto riguarda i cavolfiori le dinamiche di mercato hanno prodotto una flessione nel prezzo di vendita finale legato fortemente all’andamento climatico. Anche le altre varietà di cavolfiori hanno subito una flessione marcata del prezzo di vendita.
Il comparto cavoli vede anch’esso una riduzione dei volumi scambiati e del prezzo di vendita. Gli unici a mantenere un trend positivo nel valore finale sono i cuor di bue.

I cipollotti hanno ottenuto un buon piazzamento finale incrementando il loro valore del 20%
in più, questo grazie ad una riduzione nei volumi scambiati finali.
Deciso incremento del prezzo di vendita anche per le lattughe brasiliana e gentile, meno per la cappuccia che comunque non vede abbassare troppo il suo valore, a fronte di un’affluenza complessiva per il comparto inferiore ad aprile 2020; costante il valore per romana e per il tipo foglie di quercia.
La campagna del porro mantiene continua la sua crescita nel piazzamento commercialevedendo un notevole incremento nel prezzo di vendita a fronte di una contenuta riduzione dei volumi scambiati.

Ottimo anche il comportamento del prezzemolo che incrementa il suo valore venduto con un costante volume scambiato. I radicchi vedono nel mese di aprile un comportamento a due strade passando dal radicchio da campo, tondo rosso, rosso lungo e tipo Verona che hanno ridotto il loro quantitativo a fronte di un aumento del prezzo venduto, al variegato di Lusia che invece ha avvertito un notevole incremento delle disponibilità incidendo però negativamente sul prezzo.
Calo delle quotazioni anche per sedano, spinaci e zucchini. Scambi limitati a causa di una debole domanda.
Concludendo con la frutta vediamo un incremento delle quantità scambiate grazie ad un’apprezzabile domanda che ne ha generato un buon piazzamento nel prezzo con una
leggera flessione solo per quanto riguarda le pere.

Fonte: Ufficio stampa Mercato di Lusia
 


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: