eventi
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

lunedì 6 giugno 2022


«Marmarino F1, varietà leader tra i costoluti»

Il pomodoro Marmande è una varietà che rende il massimo della sua qualità nei terreni salmastri in cui viene coltivato. Introdotto in Italia nei primi anni ’90, da prodotto di nicchia grazie al consenso da parte dei consumatori è diventato sempre più richiesto e riconoscibile. I pomodori ibridi a marchio Nunhems Italy, grazie ad anni di ricerca genetica, conservano le caratteristiche uniche dei Marmande - come ottima qualità, lunga conservabilità e gusto eccezionale - anche in condizioni non estreme di salinità. Qualità del frutto e resa fanno in particolare di Mamarino F1 la varietà leader nel segmento dei costoluti medio-piccoli nell’Italia Continentale. 

Marmarino F1 è un pomodoro del segmento dei costoluti: ha un frutto di colore verde intenso, con una pezzatura media di 80-100 grammi. Uniforme e molto consistente, ha un’ottima conservabilità e buon sapore. La sua pianta, forte e aperta, con foglie di colore verde scuro e internodi medi consente una facile raccolta, si adatta bene sia in terreno che fuori suolo e ha una produzione molto generosa in ogni periodo di coltivazione.



Presente sul mercato da ormai 5 anni, la varietà ibrida di Nunhems Italy, continua ad affermarsi grazie alle sue performance e alla dedizione delle aziende che lo hanno sposato. “Adatto a trapianti che vanno da gennaio ai primi di agosto, il suo frutto di colore verde intenso conserva un'ottima croccantezza, consistenza e fragranza anche in post-raccolta  - spiega Jacopo Leggi, Sales Specialist BASF - Facile da raccogliere con il sepalo, conferendo così al prodotto confezionato un’ulteriore immagine di freschezza, queste caratteristiche hanno reso Marmarino F1 il più scelto dai produttori specialisti nella coltivazione del Marmande, tra cui Antonio e Alessandro Rossi, titolari dell’Azienda Agricola omonima”. 

“Abbiamo creduto subito nella varietà, avendo individuato le caratteristiche che ricercavamo da tempo in un pomodoro Marmande adatto alla nostra zona: gusto e colore dal punto di vista qualitativo, resa e sanità della pianta dal punto di vista agronomico”, precisano Antonio e Alessandro Rossi, soci di una delle realtà storiche più importanti nell’areale per la produzione e commercializzazione di prodotti orticoli di Fondi.



“L’OP Copla, intuendo fin da subito le forti potenzialità di Marmarino F1, per la fase commerciale ha ideato un bollino ad hoc per distinguere la varietà dai competitor - prosegue Alessandro Rossi - Con un forte richiamo al territorio è stato chiamato “Amyclae”, garantendo così al consumatore finale la possibilità di identificarlo chiaramente al momento dell'acquisto. La nostra azienda è estremamente soddisfatta delle performance della varietà e, anno dopo anno, stiamo riuscendo a elevare gli standard qualitativi. Ritengo che la specializzazione in un prodotto sia l’arma vincente in un momento di forte incertezza come quello che stiamo vivendo”, conclude l’imprenditore agricolo.

Grazie a un ricco pacchetto di resistenze genetiche, Marmarino F1 si esprime al meglio anche senza l'impiego di alcun innesto. Inoltre, la semplicità nel conservare il sepalo in raccolta, lo rende davvero pratico in quella fase così come nel confezionamento, ovvero nei due momenti più costosi per il bilancio del pomodoro. 
“Nella panoramica nazionale il pomodoro Marmande non è sul podio delle tipologie più coltivate ma, grazie all’individuazione di ibridi di qualità, siamo certi di poter invertire questo trend - aggiunge concludendo Leggi - Studi dimostrano come il consumatore finale sia estremamente soddisfatto di Marmarino, sia da verde che da rosso: il nostro ruolo è quindi quello di rendere l’aquirente informato e formato su cosa e come mangiare”.

Fonte: Ufficio Stampa Nunhems


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: