eventi
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

lunedì 6 giugno 2022


«Pomodori, necessario un ritorno al gusto»

I pomodori mangiati da piccoli nell’orto della nonna avevano un sapore che nel tempo si è perso per strada. Quello che sta cercando di fare la cooperativa di Fondi Agripeppe è di ritornare a quel gusto che in anni di innovazione varietale ha lasciato il posto a una maggiore produttività.

“Stiamo indirizzando i nostri soci verso la produzione di varietà ad elevate qualità gustative – interviene a IFN Luca Peppe, presidente della cooperativa – perché negli ultimi tempi i consumatori considerano il gusto un importante driver di scelta per l’acquisto”.



Concentrarsi sul gusto però non è facile. “Negli anni sono stati fatti diversi passi indietro e si è puntato molto sulla quantità a discapito della qualità. In più il consumo si è diversificato perché sono cambiate le abitudini delle famiglie. Ora si ha meno tempo per cucinare quindi si prediligono piatti pronti o semipronti che erodono quote di mercato del fresco, ma se vogliamo riconquistarle dobbiamo necessariamente tornare al sapore anche se non è semplice, perché se si punta su questo si potrebbero penalizzare altre caratteristiche, come la resistenza sul banco o la produttività”.



La cooperativa si sta espandendo anche su altre produzioni e quest’anno ha accolto in cooperativa un socio che produce albicocche: “Insistiamo sulle produzioni di orticole e verdure, ma da quest’anno ci siamo aperti alla frutta perché vogliamo costruire una nuova gamma di prodotti”.



Per quanto riguarda i pomodori Agripeppe ha avviato la stagione con l’oblungo, il tondo liscio verde e il cuore di bue e sta iniziando proprio in questi giorni la raccolta del tondo liscio a grappolo e del l’oblungo rosso a grappolo. “L’inizio di stagione per il verde non è stato male, ma l’eccessivo caldo anomalo ha fatto maturare troppo velocemente i prodotti e questo genera un accavallamento di prodotto con la Sicilia, che invece è nella fase finale con la produzione e quindi commercializza a prezzi più bassi”.



Sul fronte peperoni l’azienda è al terzo anno di produzione dello Sweet Palermo, che entrerà in fase di raccolta tra una settimana. Ha accantonato invece la melanzana Perlina: “Il consumo era troppo basso e non c’era un canale costante e quindi abbiamo preferito sospenderla. Tra le tipologie in coltivazione ci sono la tonda, maggiormente consumata, la lunga, la viola e la striata. “Fino a dieci giorni fa i prezzi erano soddisfacenti, ultimamente invece c’è stata una flessione dovuta anche in questo caso alla sovrapposizione con le referenze di altre zone di produzione “.

Copyright 2022 IFN Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: