eventi
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

martedì 1 febbraio 2022


Zucchine, testa a testa tra Italia e Spagna

Sono fra i prodotti orticoli con più oscillazioni di prezzo e soprattutto d'inverno raggiungono quotazioni al dettaglio che li portano alla ribalta dei media generalisti nazionali: il caro zucchine è infatti un titolo che ciclicamente compare sui giornali. Una sorta di evergreen.

D'altronde l'Italia è uno dei principali produttori di zucchine a livello europeo giocandosi il primato con la Spagna. Infatti, i due Stati europei producono, rispettivamente fra le 500 e 600 mila tonnellate medie all’anno con saliscendi in funzione dell’annata. Segue a lunga distanza la Francia con poco più di 150 mila tonnellate prodotte all’anno.



Nel nostro Paese siamo ancora tutto sommato ancorati alle tipicità locali - dalla scura milanese alla chiara emiliana, passando dalla classica zucchina con fiore laziale o toscana - ma le ditte sementiere stanno ampliando la loro offerta, soprattutto puntando sulle resistenze (ad esempio al famigerato New Delhi virus), sulla shelf-life e sull'aspetto dell'ortaggio.



Focalizzandoci sull’Italia, occorre sottolineare come la produzione vada distinta fra coltivazione sotto serra e coltivazione a pieno campo. La coltivazione in serra è esclusiva per il prodotto da consumo fresco, mentre una quota importante della produzione in pieno campo è destinata all’industria di trasformazione. Inoltre, le produzioni serricole sono tipiche del Centro e Sud Italia, le uniche aree che producono zucchine nel periodo invernale e primaverile garantendo così la raccolta di un prodotto italiano 365 giorni all’anno.



Nel 2020 sono state prodotte in Italia oltre 630 mila tonnellate di zucchine, coltivate su quasi 20 mila ettari, di cui 4 mila ettari in serra ed i restanti 16 mila ettari in campo aperto. Per quanto riguarda le coltivazioni in serra, Lazio e Sicilia fanno la parte del leone in quanto possiedono i trequarti della superficie nazionale. In particolare, le province di Latina e Ragusa, dove sono localizzate le aree specializzate di Fondi e Vittoria, sono i principali centri di produzione per il prodotto fresco sotto serra. Per quanto riguarda le zucchine in pieno campo, il discorso cambia, in quanto le regioni principali produttrici sono Puglia, Emilia-Romagna e Veneto con poco più di 2.000 ettari coltivati a testa.

Passando agli scambi commerciali l’Italia nel 2020 ha esportato 23 mila tonnellate, prevalentemente nei Paesi europei, mentre ha importato 22 mila tonnellate con un saldo commerciale positivo di circa 1.000 tonnellate. Una produzione quindi destinata in prevalenza al mercato interno, ma che potrebbe avere più ambizioni in chiave export.

Copyright 2022 IFN Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: