eventi
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
EIMA
Bologna
19-23 Ottobre 2021
TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

giovedì 10 marzo 2016


Se l'integratore fa leva sull'ortofrutta per vendere

Nell'ultimo anno le vendite degli integratori vitaminici e minerali segnano aumenti a doppia cifra nel nostro Paese. Non fanno eccezione i supermercati, con i loro reparti di parafarmacia.  Così, mentre l'ortofrutta fatica, i produttori di integratori generano ricavi crescenti che poi investono per realizzare nuove soluzioni e promuoverle al grande pubblico tramite campagne pubblicitarie milionarie.

Fin qui nulla di grave, se non fosse che sono oramai all'ordine del giorno pubblicità che "giocano" sulla difficoltà delle famiglie di consumare le cinque porzioni giornaliere di frutta e verdura, pari a 400 grammi circa, raccomandate dall'Organizzazione mondiale della sanità. In Italia, secondo il Monitor Ortofrutta 2015 di Agroter, le assume infatti solo il 17% dei consumatori al Nord e il 10% al Centro e al Sud.

Dopo Nutrilite - colosso mondiale nel settore che nel 2014 ha realizzato uno studio, sulle carenze nutrizionali dovute al basso consumo di ortofrutta - è ora il turno di Menarini, prima azienda farmaceutica italiana che ha appena lanciato il nuovo prodotto Sustenium i Colori della Salute Mix 5, presentato anche nella versione Junior, per bambini. E per sostenere il suo ingresso sul mercato ha ingaggiato nientemeno che l'agenzia Armando Testa.

La pubblicità del nuovo integratore è on-air sulle principali reti televisive da domenica 6 marzo, ma l'azienda ha pianificato anche importanti attività a punto vendita e sui social media.

"Se non riesci a mangiarle sempre, per integrarle, bevile", recita lo slogan dello spot ambientato in una elegante cucina, dove spicca un ripiano di ortofrutta di diversi colori con al centro un grande vassoio suddiviso in cinque scomparti. Una giovane coppia di genitori invita i due figli piccoli a dividere per colore frutta e verdure. Che, poi, volano sullo sfondo formando strisce brillanti. Il filmato si chiude con un bicchiere di vetro che contiene in una metà gli strati di frutta e verdura di diverso colore e, nell'altra, l'integratore disciolto in acqua. Per chi non lo sapesse, si chiama pubblicità comparativa e lo scopo, quindi, è quello di sottolineare che un integratore può consentire a un individuo di superare il gap nutrizionale derivante dal consumo insufficiente di prodotti ortofrutticoli.



Lo spot sta facendo molto discutere, anche perché il pensiero corre alla nota campagna Unaproa dei cinque colori del benessere. Soprattutto la prima parte del messaggio ("Se non riesci a mangiarle sempre") induce il consumatore a pensare (sbagliando) che la soluzione possa sostituire nella dieta giornaliera le porzioni "mancanti" di frutta e verdura. Si allude, pertanto, a un consumo quotidiano e sempre benefico di Sustenium i Colori della Salute Mix 5, anche sui più piccoli. Aspetto tutto da verificare. Fa sorridere, poi, al termine della pubblicità, la comunicazione con caratteri microscopici con la quale Menarini si tutela da possibili denunce ("Gli integratori non vanno intesi come sostitutivi di una dieta varia, equilibrata e di uno stile di vita sano"). L'inganno è ormai dietro l'angolo.

Copyright 2016 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: