eventi
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

mercoledì 28 maggio 2014


AZIENDA GAMBARO (OPO VENETO) EXPORT-ORIENTED

Nell'azienda agricola Gambaro Barbara e Paolo & C. di Noale, in provincia di Venezia, sono le api la garanzia prima della salubrità dell'ambiente e delle verdure coltivate. Dove si nutrono e vivono bene la natura è sana, non c'è inquinamento, tant'è che sono definite sentinelle dell'ambiente e della biodiversità. Si cita, a proposito, il pensiero attribuito al grande scienziato Albert Einstein: "se sparissero le api, alla terra non resterebbero che quattro anni di vita. Addio api, addio impollinazione, piante, animali, uomo".

L'ape è sensibilissima alla qualità dell'ambiente ed è tra i primi esseri viventi a soccombere in caso di inquinamento. "Ai ragazzi delle scuole - spiega Barbara Gambaro - o ai clienti che vengono in visita all'azienda, mostriamo le arnie e le api tra le verdure: vedete, diciamo, questa è la prova che le verdure sono sane e che l'ambiente è pulito, altrimenti questi insetti non ci sarebbero". Il discorso non fa una grinza e convince gli ospiti più di tanti certificati che si possono esibire. Una prova sicuramente empirica ma anche efficace.

Visitare l'azienda Gambaro per i ragazzini delle scuole è una festa: è un tuffo in un ambiente sano, possono vedere come gli orti sono coltivati con buone pratiche agricole che rispettano la terra, provano quanto buone sono le verdure, anche non condite. Le visite, come quelle recenti degli alunni delle elementari di Noale, prevedono uno spuntino a base di pane e miele, con verdurine appena raccolte.





L'azienda Gambaro, socia di OPO Veneto, è fortemente innovativa e proiettata all'estero: il 90 per cento dei suoi ortaggi viene esportato nel Nord Europa e da un po' di tempo soprattutto verso i Paesi dell'Est, in primo luogo la Russia. Sono mercati che lasciano intuire notevoli prospettive, soprattutto se si offrono ortaggi di qualità, garantiti e freschi. In 6 ettari di serre si producono una quindicina di varietà (in particolare: lattuga da taglio, rucola selvatica, rucola coltivata, valeriana, basilico, spinaci e erbette orientali). C'è spazio anche per le diverse varietà di radicchio tipico del territorio veneto.





Fonte: OPO Veneto


Altri articoli che potrebbero interessarti: