eventi
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

martedì 5 marzo 2019


Local e nuovi trend, Realco sposa l'ortofrutta

Ortofrutta fiore all’occhiello: non uno slogan, ma una realtà supportata dai “numeri” per Realco (Reggiana Alimentaristi Commissionaria), cooperativa attiva da quasi 60 anni che vanta un fatturato di oltre 300 milioni di euro e sta investendo per ampliare e riqualificare la rete di vendita. Nata nel 1959 da undici soci e tra i fondatori, tre anni dopo, di Sigma, dispone di negozi distribuiti principalmente in Emilia-Romagna - soprattutto tra Piacenza e Bologna - ma anche Lombardia (nel bresciano), Piemonte (Torino), Toscana (Versilia), Liguria.  



“Realco - dice a Italiafruit News il direttore commerciale Umberto Bertaccini (nel riquadro nella foto di apertura) - conta quasi 200 punti vendita suddivisi in quattro format: 58 supermercati tra 400 a 2.300 metri quadri a insegna Sigma; 59 superette da 100 a 400 metri "targate" Sigma, SuperDay e Punto; 74 discount, quasi tutti sopra i 400 metri, a insegna Ecu, l’unica senza freschi assistiti, Economy e D'Italy; dispone, inoltre di un cash and carry”



In un contesto tutt’altro che facile, “l’ortofrutta - puntualizza Bertaccini - è cresciuta più della media aziendale aumentando l’incidenza sul fatturato complessivo dei Pdv: nel 2018  valeva l’11,1% nei supermercati e il 10,9% nei discount, con la punta del 16% per i Pdv Economy; complessivamente, rispetto all'anno precedente, ha aumentato la quota dell’1,25% a rete omogenea e del 2,09% con lo sviluppo, che ha riguardato soprattutto i discount, oggetto di riconversione e riqualificazione”.



Il segno più, nel reparto, ha caratterizzato anche il primo mese dell’anno. Con dei "distinguo": “A gennaio 2019, a parità di rete, cresciamo dello 0,24% in valore sul primo mese del 2018; analizzando il dato, emerge la flessione del trade tradizionale e la crescita nel discount, che lievita del 3,44% in valore, il 2,09% complessivo in quantità”. “Un trend favorevole al segmento distributivo low cost - aggiunge il direttore commerciale Sigma - che si sta consolidando anche negli altri reparti: i consumi si stanno spostando. Nell’extra-discount, peraltro, l’ortofrutta perde meno della media complessiva”.



Realco, aggiunge Bertaccini, “punta sulla modernità, sui prodotti innovativi, con un’ampia scelta, nei suoi Pdv, di take away, centrifugati, frullati, piatti pronti, tutti codificati e presentanti nell’area dell’ortofrutta, così come le zuppe, gli snack di frutta secca, i mix energetici, le buste di IV gamma; abbiamo inserito in reparto anche l’aceto di mele di Melinda, tra i primi a farlo. Del resto operiamo in una zona che conosce e apprezza questo tipo di referenza, Cerchiamo di dare un nuovo volto allo spazio dei freschissimi partendo dal presupposto che l’ortofrutta si sta trasformando e corre verso modelli di consumo alternativi a quelli del passato”. 

“Non trascuriamo, tuttavia - dice ancora l’esponete Realco - le referenze classiche per le quali ci rivolgiamo prevalentemente a fornitori locali: andiamo alla ricerca di produttori vocati stringendo accordi con Consorzi e altre aggregazioni ortofrutticole locali, rifornendoci direttamente senza passare dai Mercati, privilegiando sempre qualità e freschezza. La piattaforma di Reggio Emilia, posizionata sopra il quartier generale, è una garanzia di freschezza in primis per ortofrutta e carne, nostri fiori all’occhiello. Non a caso ci hanno definito la Bottega del 2000"


"Guardiamo al futuro ma restiamo tradizionalisti in vari ambiti come quello della comunicazione - dice ancora il manager - dove continuiamo a privilegiare il cartaceo, i volantini, pur senza trascurare il digitale. E in prima pagina, nei folder, abbiamo sempre un'offerta dedicata a frutta o verdura”.  

Per quanto riguarda il layout, nel 90% dei casi il reparto ortofrutta è all’ingresso (“in attacco”) di negozio, ma in alcuni “Economy” è centrale. “La marca del distributore non è particolarmente sviluppata - conclude Bertaccini - ma stiamo lavorando con la centrale Distribuzione italiana (D.It) di Bologna a un progetto per disporre di una gamma di prodotti Bio con il nostro brand. L’inizio di un percorso che ci porterà ad apporre la firma anche su alcune referenze dei discount”. 

Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: