eventi
FRUIT LOGISTICA
Berlino & Online
18-20 Maggio 2021

CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

mercoledì 20 dicembre 2017


Bimi, il mini-broccolo superfood

New entry sfiziosa o ingrediente innovativo per gli appassionati di cucina, da dicembre nel banco frigo dell’ortofrutta di IV gamma è arrivato Bimi. Nello specifico, si tratta del marchio con il quale si identifica una nuova varietà ottenuta dall’incrocio naturale tra il broccolo e il cavolo cinese, un mini-broccolo di forma allungata del tutto edibile, che vanta eccezionali proprietà nutrizionali, tanto da essere considerato un novello superfood. E il sapore? Molto simile a quello dell’asparago.

Introdotto con successo in Gran Bretagna, Spagna e Kenia, oggi è coltivato anche in Italia, nel cuore della Maremma, da aziende specializzate. La commercializzazione è affidata alla società ImAgri di Alberese (Grosseto), che per prima ha creduto nelle potenzialità del progetto e che unisce le competenze di due famiglie del territorio, titolari delle aziende agricole “Il Grecale” e “Cavallin”.



In giapponese (l’ha sviluppato la ditta Sakata, specializzata in breeding, ndr) “Bimi” significa delizioso, a indicare un vegetale dalle notevoli proprietà nutrizionali: ricco di proteine, minerali, vitamine e composti bioattivi (fenoli, carotenoidi, glucosinolati). Proprietà che si mantengono inalterate grazie a una precisa procedura che prevede di adagiare su un letto di ghiaccio i fiori appena raccolti e mantenerli al freddo fino al momento dell’acquisto nel punto vendita.



Estremamente versatile in cucina, può essere consumato sia crudo, sia cotto in svariati modi (in padella saltato, al vapore, bollito, grigliato) e contribuisce a comporre una dieta varia e bilanciata. Nella Gdo nazionale è entrato ufficialmente nei punti vendita della catena Simply Etruria.

Copyright 2017 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: