eventi
FRUIT ATTRACTION 2020
Online
1-31 Ottobre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

MACFRUT 2021
Rimini
4-6 Maggio 2021

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 
FRUIT LOGISTICA
Berlino & Online
18-20 Maggio 2021

TUTTOFOOD
Milano 
17-20 Maggio 2021
MACFRUT DIGITAL 
Online
28-30 Settembre 2021 

leggi tutto

venerdì 14 febbraio 2014


PIATTI PRONTI CON VERDURE DI STAGIONE "BIO": L'INTUIZIONE DI UNA PICCOLA GASTRONOMIA DI TORINO

Valori antichi che tornano con i giovani, verrebbe da dire osservando la nuova linea di prodotti "Cucina-to". Si tratta di zuppe, creme, minestre e mantecati preparati in una piccola gastronomia artigianale nel cuore di Torino, offerte in ricette che mutano con il passare delle stagioni, perché preparate con materie prime fresche e solamente stagionali. L'idea dei tre giovani che hanno creato l'azienda è proprio quella di poter offrire ai consumatori piatti pronti di alta qualità, che seguano i ritmi delle campagne, e che al contempo possano offrire il sapore di quelle preparazioni lunghe ed articolate, che i tempi stringenti della vita odierna impediscono di cucinare e gustare.
I prodotti sono realizzati con verdure fresche da agricoltura biologica ed integrata, olio extra vergine di oliva e carni di allevamenti piemontesi: tutte materie prime provenienti esclusivamente da aziende agricole selezionate. La lista dei 7 fornitori di Cucina-to è infatti interamente visibile sul sito dell'azienda, fornendo i riferimenti di tutti i produttori degli ingredienti, dagli ortaggi al pane. Alla base della selezione dei fornitori l'attenzione alla salute dell'uomo e il rispetto per animali e ambiente.
Le ricette non contengono alcun conservante o additivo chimico e hanno quindi una durata di 10 giorni, necessitando di una conservazione in frigorifero. Per gustare il prodotto è sufficiente aprire la confezione e riscaldarne il contenuto in una pentola o al microonde.


Da 500/600g a seconda della ricetta, le confezioni sono leggere ed ecologiche, in quanto la parte superiore è realizzata in carta e la busta in P.E.T., materiale riciclabile nella plastica. Estremamente curato nella sua semplicità, il packaging punta molto anche sul colore, mostrando sul cartoncino del prodotto gli ortaggi che ne sono protagonisti e lasciando poi, per il resto, parlare le sfumature della preparazione, resa volutamente visibile dalla scelta del P.E.T. trasparente.
I canali distributivi scelti sono i negozi di prossimità e la piccola ristorazione, congiuntamente alla possibilità, a Torino, di ordinare il prodotto online/via telefono, per una consegna settimanale a domicilio (o in ufficio!).
Dietro questo gustoso progetto appunto tre giovani, tutt'altro che impreparati sul fronte gastronomico. Lo chef delle ricette, Luca Vaschetti, forte dell'esperienza come chef in ristoranti internazionali di alto livello, da Londra a Dubai. Assieme a lui, Livia Ferrara ed Elisa Mereatur, che si occupano rispettivamente della parte amministrativa e della comunicazione, collaboratrici Slow Food ed entrambe laureate in Scienze Gastronomiche.
Che dire? Giovani con buona preparazione e tanta passione ritornano, con progetti innovativi, alle cose semplici e naturali. Un'inversione di tendenza? Intanto, un bellissimo esempio.





Vanessa Niemants
Junior Marketing Specialist

vanessa@italiafruit.net

Copyright Italiafruit News



Vanessa Niemants
Marketing Specialist

Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: