eventi
THINK FRESH
7 Settembre 2020
MACFRUT  DIGITAL
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

Marco Lazzarino mercoledì 15 luglio 2020


Marco Lazzarino confermato ai vertici del Caat

L'Assemblea dei soci del Caat, tenutasi in data 14 luglio 2020, ha visto la nomina del nuovo Consiglio di amministrazione che rimarrà in carica per i prossimi tre anni, fino ad approvazione del bilancio 2022. Marco Lazzarino (indicato dal Comune di Torino) è stato  riconfermato presidente del Cda e Roberta Baima Poma (indicata da Confesercenti) riconfermata quale consigliere.
Entrano inoltre a far parte per la prima volta del Cda di Caat Stefano Cavaglià (presidente dell'associazione dei grossisti Apgo), Ornella Cravero (indicata da Coldiretti) e Carmelo Bruno (indicato dalla regione Piemonte).  Viva soddisfazione è stata espressa dal presidente Marco Lazzarino per il rinnovo della fiducia che gli è stata accordata dai soci.

"Sono particolarmente soddisfatto - dichiara il presidente del Caat Marco Lazzarino - del lavoro che è stato compiuto in questi ultimi tre anni dalla quadra uscente. La società è stata risanata sotto l'aspetto dei conti ed abbiamo inoltre posto le basi per un ulteriore sviluppo del Caat e per il suo rafforzamento quale polo agroalimentare di eccellenza assoluta nel panorama nazionale. Sono state inoltre gettate solide fondamenta che permetteranno di raggiungere numerosi traguardi negli anni a venire, nei quali ci attende ancora un importante lavoro da compiere per il consolidamento e lo sviluppo completo di tutte le potenzialità del centro agroalimentare di Torino".

"Desidero in particolare - aggiunge il presidente - ringraziare i consiglieri uscenti Paolo Odette e Edoardo Ramondo che, grazie alla loro profonda conoscenza del settore e all'interno dell'impegno da loro profuso, hanno offerto, nel corso di questi anni, un contributo fondamentale alla società, operando con spirito costantemente costruttivo e collaborativo. Porgo inoltre il mio benvenuto ai nuovi consiglieri Ornella Cravero e Carmelo Bruno. Con entrambi confido di instaurare un forte rapporto di fiducia e di collaborazione, avendo sempre quale faro lo sviluppo del nostro centro, dal quale dipendono il lavoro e il sostentamento di migliaia di famiglie".

"Mi fa inoltre particolarmente piacere - sottolinea Lazzarino - che la Regione Piemonte abbia indicato un proprio rappresentante all'interno del Consiglio di amministrazione del Caat ed auspico che questa presenza possa preludere ad una rinnovata attenzione da parte della Regione Piemonte nei confronti di ciò che costituisce un polo strategico per tutto il territorio regionale. Il Caat persegue, infatti, un interesse di carattere generale e svolge un ruolo di straordinaria importanza nei confronti della comunità". 

"Nel corso dell'emergenza Covid - precisa il presidente del Caat - il centro agroalimentare di Torino ha dato, infatti, prova del suo ruolo fondamentale nell'ambito della filiera agroalimentare, continuando sempre ad operare e garantendo la fornitura costante di prodotti agroalimentari freschi, ed ha espresso nei fatti una concreta solidarietà nei confronti delle fasce sociali maggiormente colpite, attraverso consistenti donazioni di prodotti agroalimentari. Il settore agroalimentare stesso si è rivelato essere uno dei comparti maggiormente resilienti nel periodo dell'emergenza sanitaria e della crisi che abbiamo attraversato; ci siamo, infatti, tutti resi conto di quanto questo settore pesi da un punto di vista economico e occupazionale e quale risorsa fondamentale possa costituire per il nostro territorio regionale".

"Il mio auspicio - conclude il presidente Marco Lazzarino - è  rivolto al fatto che il nuovo Cda possa lavorare a stretto contatto e con il convinto e pieno supporto dei soci pubblici, in modo da accrescere ulteriormente il ruolo del settore agroalimentare, fornendo un contributo fondamentale all'economia piemontese. Ricordo, infatti, come il ruolo fondamentale dei centri agroalimentari italiani (riuniti nell'Associazione nazionale Italmercati) abbia ricevuto il riconoscimento a livello delle istituzioni europee, con le quali si è instaurato un dialogo costante. Proprio queste istituzioni stanno valutando i modi attraverso i quali poter supportare uno sviluppo ulteriore dei nostri centri, che rappresentano un'ossatura fondamentale nella rete logistica a livello europeo, al pari di porti ed interporti".

Fonte: Ufficio stampa Caat


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: