eventi
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

Belchim giovedì 20 giugno 2019


Una nuova arma contro la botrite

Si chiama Isofetamid. E' il nuovo principio attivo che Belchim Crop Protection, azienda specializzata nella difesa delle colture, ha sviluppato per lanciare sul mercato Kenja®, l’antibotritico di nuova generazione adatto per vite, uva da tavola e fragola, ma dall'ampio spettro d'azione. Si può infatti impiegare anche contro la Monilinia in albicocco e ciliegio, oltre ad essere efficace su Sclerotinia.

Per lanciare Kenja®, Belchim ha organizzato nelle scorse settimane un evento a Noicattaro (Bari) dal titolo "Più bella non si può", nel corso del quale l'azienda ha presentato a tecnici, produttori e distributori - con il contributo di ricercatori e docenti universitari - i punti di forza di questa nuova specialità, capace di portare al consumatore prodotti belli e ben fatti.



"La peculiarità dell’Isofetamid risiede nella sua struttura flessibile che gli conferisce proprietà uniche - spiega a Italiafruit News Antonio Cavotto, responsabile marketing e sviluppo di Belchim - Presenta infatti una maggiore adattabilità alle modifiche sul sito di azione del fungo e una minore incidenza di resistenze incrociate con altri fungicidi con uguale meccanismo di azione".

L'Isofetamid fa parte degli inibitori della succinato deidrogenasi: questo gruppo chimico inibisce la produzione di energia prodotta dalla catena respiratoria delle cellule del fungo, stoppando così la produzione di amminoacidi, lipidi e acidi grassi. E se i consumatori vogliono un prodotto privo di difetti e dalle qualità organolettiche appaganti, Kenja® è una risposta per queste esigenze.

"Kenja® ha un'efficacia testata, ed è selettivo sulla coltura e verso gli insetti utili - prosegue il manager - Inoltre non sporca la vegetazione trattata, ha una lunga persistenza di azione, visto che anche dopo un mese dall'applicazione la sua efficacia si mantiene su valori superiori al 95%. Per quanto riguarda i tempi di carenza sono ridottissimi, specialmente sulla fragola. Il prodotto ha poi un'azione translaminare, cioè penetra nella lamina fogliare raggiungendo anche le superfici vegetali non direttamente trattate evitando così di essere dilavato dalle piogge".



Kenja® è efficace su tutti gli stadi dello sviluppo della Botrite, dalla germinazione delle spore alla crescita del tubetto germinativo, dalla penetrazione alla crescita del micelio, fino alla sporulazione: ha quindi un’azione curativa oltre che preventiva. 

"L’abbattimento della carica del patogeno in campo - conclude Cavotto - favorisce un prolungamento della shelf-life del prodotto in post-raccolta, consentendo la drastica riduzione di sprechi sia per la Gdo che per il consumatore finale".

Copyright 2019 Italiafruit News


Maicol Mercuriali
Editor - Social Media Manager
maicol@italiafruit.net

Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: