eventi
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

giovedì 5 giugno 2014


ACQUISTI DI ALIMENTARI E PREZZI IN CALO, FEDERDISTRIBUZIONE: PRIORITARIO IL RILANCIO DEI CONSUMI

I dati provvisori per il mese di maggio 2014 diffusi dall'Istat registrano un tasso di inflazione pari al +0,5% rispetto a maggio 2013, in riduzione dopo il +0,6% registrato ad aprile nei confronti dello stesso mese dell'anno precedente.

I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona a maggio 2014 mostrano un +0,1% su maggio 2013, frenando nel confronto con il +0,5% del mese precedente (aprile 2014 rispetto ad aprile 2013).

"La dinamica dei prezzi è lo specchio della strutturale debolezza della domanda interna – afferma Giovanni Cobolli Gigli (nella foto), Presidente di Federdistribuzione – come mostrano i recenti dati delle vendite al dettaglio dell'Istat (-1,8% a valore nel periodo gennaio-marzo 2014 rispetto ai primi tre mesi del 2013) le famiglie continuano a spendere meno e, soprattutto, a diminuire le quantità acquistate, anche a causa delle incertezze legate alla tassazione sugli immobili".

"In questo scenario – Prosegue Cobolli Gigli - preoccupa in particolare il dato relativo ai prodotti alimentari e bevande analcoliche, che mostra per la prima volta un segnale di deflazione: -0,2%, un pericolo che dobbiamo scongiurare, confermando il rilancio dei consumi come una priorità assoluta per la ripresa economica del Paese".  

Fonte: Federdistribuzione
 


Altri articoli che potrebbero interessarti: