eventi
THINK FRESH
7 Settembre 2020
MACFRUT  DIGITAL
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

giovedì 18 giugno 2020


Pesa 25 grammi, a Treviso una ciliegia (quasi) da Guinness

E’ una ciliegia anomala quella trovata nei giorni scorsi da Martino Zanoni dell’azienda agricola Sebastiano Zanoni di Paese (Treviso). Il frutto misura più di 30 mm di diametro per un peso di 24,9 grammi, distinguendosi per dimensione da tutte le altre ciliegie.



Complice qualche sostanza particolare? “Abbiamo eseguito le solite concimazioni a terreno e piante – testimonia Martino – ma non abbiamo aggiunto altro. Sicuramente siamo stati favoriti dalla varietà Sweet Saretta, che di suo produce frutti parecchio grandi: anche l’anno scorso ci è capitato di trovare ciliegie con un calibro simile”.


“Non la possiamo definire da record – continua - perché non abbiamo fatto l’iscrizione ai Guinness World Record: per ottenere la certificazione ci chiedevano una cifra molto alta ma qui siamo tutti ragazzi giovani e preferiamo investire nello sviluppo aziendale”.


Martino Zanoni e la sorella Selene

La ditta, a conduzione familiare, si compone di un frutteto di 8000 metri di ciliegie, oltre a 5 mila metri di asparagi bianchi e verdi e ad un vigneto di 3 ettari e mezzo.
“Abbiamo 644 piante di ciliegie distribuite in 7 filari da 250 metri di lunghezza – spiega Zanoni – per un totale di 11 diverse varietà, distribuite in maniera mista dalle più precoci fino alle tardive. Il frutteto ha soli 5 anni e non è ancora in produzione: già quando lo abbiamo piantato, abbiamo deciso di fare un investimento a lungo termine, installando teli antipioggia, antigrandine e antinsetto. Grazie a queste strutture riusciamo ad evitare la Drosophila e i trattamenti sono quasi ridotti a zero. Otteniamo bei frutti, dai calibri importanti e con un elevato grado Brix. Il nostro obiettivo infatti è puntare sulla qualità del prodotto anziché sulla quantità per ottenere frutti sani e succosi”.



Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: