eventi
FRUIT ATTRACTION 2020
Online
1-31 Ottobre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

MACFRUT 2021
Rimini
4-6 Maggio 2021

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 
FRUIT LOGISTICA
Berlino & Online
18-20 Maggio 2021

TUTTOFOOD
Milano 
17-20 Maggio 2021
MACFRUT DIGITAL 
Online
28-30 Settembre 2021 

leggi tutto

giovedì 19 marzo 2020


Bayer dona un milione di euro agli ospedali lombardi

Bayer sostiene gli ospedali lombardi con una donazione di un milione di Euro. A ricevere il contributo è la Regione Lombardia, che lo utilizzerà per acquistare macchinari di terapia intensiva e subintensiva per gli ospedali in emergenza.

"Oggi guardiamo alla Lombardia, la regione più colpita dall’epidemia Covid-19, con grande preoccupazione. Abbiamo deciso di offrire un significativo contributo laddove la situazione è maggiormente allarmante per pazienti, medici, infermieri e cittadini” dichiara Monica Poggio, Ceo di Bayer in Italia. 

Il drammatico numero di casi in Lombardia e nelle sue province mostra un trend in crescita dei pazienti che hanno e avranno bisogno di terapia intensiva. “E’ di fondamentale importanza garantire risorse e accesso alle cure più adeguate del maggior numero di persone possibile - continua Poggio - e ci auguriamo che, anche grazie a questa donazione, gli ospedali Lombardi così duramente messi alla prova possano potenziare i posti in terapia intensiva e subintensiva per trattare i pazienti più gravi”.

La donazione agli ospedali Italiani si aggiunge ai fondi e ai farmaci già inviati dal Gruppo Bayer per sostenere l’emergenza Coronavirus in Cina. 

“Mi auguro che questo gesto di solidarietà all’Italia possa essere un aiuto concreto alla grave situazione di emergenza in Lombardia, così duramente colpita dal Coronavirus, e sostenere attivamente l’azione degli ospedali e del personale sanitario che lavorano incessantemente per tutelare la salute dei cittadini”, conclude Werner Baumann, Ceo di Bayer AG.

Fonte: Ufficio stampa Bayer


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: