eventi
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

giovedì 8 maggio 2014


ANTEPRIMA DOP 2014, MELONE MANTOVANO E PATATA DELL’ALTO VITERBESE PREMIATE DAL MINISTRO MARTINA

Presentate ieri a Cibus 2014 le 10 nuove produzioni agroalimentari italiane Dop e Igp registrate dalla UE, in occasione di Anteprima DOP 2014.

Durante l'evento a cura di Fondazione Qualivita, il Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina ha consegnato un attestato di riconoscimento alle organizzazioni che hanno promosso la registrazione comunitaria. Un premio simbolico che sottolinea l'arricchimento della rete della qualità agroalimentare made in Italy che potrà avvalersi del prezioso lavoro di organismi attivi in sinergia all'interno dei territori.

"La leadership italiana nei prodotti di qualità in Europa - ha dichiarato il Ministro Martina - testimonia la nostra capacità di produrre eccellenze, valorizzando i territori. Le nuove 10 Dop e Igp consentono a oltre 500 potenziali operatori di entrare nel sistema di qualità, ma possiamo ancora crescere. Nei prossimi 5 anni l'obiettivo è quello di far crescere l'export agroalimentare del 50% ed in questa partita sarà decisivo il contributo dei prodotti a denominazione".

A testimoniare questa leadership ci sono i numeri di un settore, quello di DOP e IGP, che anche per consistenza, ritmo delle registrazioni, nonché varietà merceologica delle denominazioni si dimostra dinamico e vitale. Nei primi 4 mesi del 2014 registrati 3 nuovi prodotti del paniere agroalimentare italiano di qualità, che si aggiungono ai 7 registrati nell'ultimo quadrimestre del 2013.





Delle nuove registrazioni made in Italy presenti ad Anteprima DOP 2014, 5 sono DOP e 5 sono IGP. Due le nuove IGP della Classe 1.6. Ortofrutticoli e cereali, freschi o trasformati: il Melone Mantovano IGP e la Patata dell'Alto Viterbese IGP.

"Il melone a Mantova è un frutto tipico della storia locale sin dai tempi dei Gonzaga, tanto da renderlo una materia prima per l'arte culinaria della loro Corte" ha dichiarato Mauro Aguzzi, Presidente Consorzio del Melone Mantovano. Oggi, gli imprenditori hanno creduto in questo prodotto unico grazie alle caratteristiche dei terreni su cui viene coltivato, aggregandosi in un Consorzio per far riconoscere e tutelare il valore qualitativo del melone in tutta Italia e in Europa tramite il marchio IGP".

"La Patata dell'Alto Viterbese IGP - ha sottolineato Egidio Canuzzi, Presidente CO.P.A.VIT. (Consorzio pataticolo dell'Alto Viterbese) - premia il lavoro dei nostri produttori, esempio per tutti di affidabilità, trasparenza e qualità. E' l'occasione per tutelare le loro tradizioni produttive. E' garanzia per il consumatore contro le contraffazioni, attraverso sistemi di controllo e tracciabilità efficaci. Concorre inoltre a fare della Patata il prodotto immagine del nostro territorio".  

Fonte: Qualivita
 


Altri articoli che potrebbero interessarti: