eventi
THINK FRESH
7 Settembre 2020
MACFRUT  DIGITAL
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

lunedì 13 gennaio 2014


OPO VENETO, IMPENNATA NATALIZIA PER IL TOPINAMBÙR

E' stato uno splendido Natale per il Topinambùr, ortaggio della famiglia delle Compositae originario delle praterie nordamericane. Le richieste sono quasi raddoppiate rispetto allo stesso periodo del 2012.
"E' stata una bella sorpresa - commenta Franco Zanette, di Arcade (Treviso), la cui azienda, "La Perla", socia OPO Veneto, è leader nazionale ed europeo nella produzione di Topinambùr -. C'era sì la sensazione che il mercato stava girando al meglio, ma sicuramente non ci si attendeva tanta richiesta. A parte l'impennata natalizia, possiamo dire che siamo normalmente attorno a +30-40% rispetto allo scorso anno, una tendenza positiva che dovrebbe mantenersi. Stanno arrivando ordini interessanti dall'estero".  
"E' un prodotto - rileva Sergio Tronchin, responsabile commerciale di OPO Veneto - che comincia a essere apprezzato da tanti; per molti è una novità da provare, per altri la scelta è motivata da ragioni salutistiche. Aiuta molto il packaging, che si è cominciato a curare nei dettagli: il prodotto è presentato in confezioni valide e funzionali e questo favorisce gli acquisti".





Franco Zanette spiega tanta crescita con il fatto che sta aumentando la cerchia dei consumatori, attirati dalle riconosciute proprietà benefiche dell'ortaggio. Si stanno sviluppando, intanto, nel Veneto, ma anche in altre Regioni, tante piccole coltivazioni e questo è segno dell'interesse che la coltura sta suscitando.
Numeri ancora non molto rilevanti, ma sicuramente indicativi. I tuberi bitorzoluti sono un concentrato di valori nutrizionali, si prestano molto bene a diete ipocaloriche, sono nemici del colesterolo e della gotta. Il Topinambùr è stato scoperto, in particolare, dai diabetici per l'alto contenuto di inulina, una sostanza che contrasta la glicemia. Per questo è chiamato la "patata dei diabetici".

Fonte: OPO Veneto
 


Leggi altri articoli su:

opo

Altri articoli che potrebbero interessarti: