eventi
MACFRUT 2021
Rimini
4-6 Maggio 2021

FRUIT LOGISTICA
Berlino & Online
18-20 Maggio 2021

CIBUS
Parma 
Giugno o Settembre 2021
MACFRUT DIGITAL 
Online
28-30 Settembre 2021 
TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021

leggi tutto

venerdì 18 settembre 2020


Nocciole, la scommessa della Lombardia

"Un'attività originale che non è solo coltura occasionale: con quintali di resa siamo oltre l'attività hobbistica. Perciò Regione Lombardia è interessata a creare una vera e propria filiera della nocciola, dialogando con agricoltori diversi nei territori più vocati per stimolarli a crederci. Stiamo lavorando, inoltre, con la filiera viterbese, caratterizzata da un forte know how in questo settore, e ci stiamo rapportando con players importanti attivi nell'industria della trasformazione della nocciola, interessati in modo particolare alla materia prima prodotta in Lombardia". Lo ha spiegato l'assessore regionale all'Agricoltura, alimentazione e sistemi verdi Fabio Rolfi, che mercoledì scorso a Besana Brianza (Monza), dove ha visitato la produzione di nocciole dell'azienda agricola Citterio. Con una produzione di circa 10 chili per pianta - 500 nell'azienda besanese - si estende per 8 ettari; la raccolta avviene tra agosto e settembre.

"Quella che abbiamo visto oggi - ha proseguito l'assessore - è una realtà che farà parte a pieno titolo di questo percorso, che può rappresentare una forma importante di integrazione del reddito e un'occasione per diversificare la produzione agricola in presenza di colture tradizionali meno redditizie. Servono strumenti per incentivare chi produce in un'ottica di distretto". Per le sue caratteristiche, la coltivazione della nocciola si inserisce bene nei contesti da valorizzare dal punto di vista ambientale. "Essa infatti rappresenta anche un'opportunità importante per l'agricoltura urbana e periurbana - ha aggiunto l'assessore - e anche per l'impatto corretto che esprime anche in contesti tutelati; non richiede trattamenti particolari, si inserisce correttamente dal punto di vista paesaggistico ed è improntata alle regole dell'agricoltura biologica".

Fonte: Regione Lombardia


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: