eventi
THINK FRESH
7 Settembre 2020
MACFRUT  DIGITAL
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

martedì 14 aprile 2020


Giaccio Frutta, le fragole diventano solidali

In questo momento difficile anche il packaging può essere di aiuto, sopratutto se trasmette un messaggio positivo ed è, allo stesso tempo, solidale. Come le nuove confezioni di fragole della Op casertana Giaccio Frutta: con il loro acquisto, parte del ricavato viene donato al team dell’Ospedale Cotugno di Napoli, uno dei più impegnati nella lotta contro Covid-19.

“Sulle nostre confezioni si legge #andràtutto bene: è un messaggio di speranza e i consumatori lo stanno apprezzando molto – spiega a Italiafruit Antonio Giaccio, della Op Giaccio Frutta – L’idea di usare questo tipo di packaging, composto da carta riciclabile Fsc, è nata in colalborazione con l’azienda Campania Packaging. Per ora stiamo utilizzando questa confezione per valorizzare la linea premium delle nostre fragole, che è distribuita nei punti vendita della Grande distribuzione in Campania: da quando l’hanno introdotta, le vendite sono aumentate subito. Per la stagione delle drupacee contiamo di utilizzare il vecchio packaging, nella speranza che tutta questa assurda situazione sia solo un ricordo lontano”.



Campagna fragolicola, trend e criticità
“In concomitanza con le feste pasquali, la campagna si è un po’ risollevata e stiamo ‘respirando’ – commenta Antonio Giaccio – abbiamo avuto un aumento degli ordini di circa il 40%. Fino a qualche settimana fa, c’era tanta produzione e un conseguente calo delle vendite”.
“Stiamo avendo problemi di manodopera in campagna – conclude – perché le persone che venivano dall’estero non ci sono. Alcuni stagionali sono riusciti a passare prima del blocco ma sono troppo pochi, mentre chi è rimasto fuori sta chiamando per poter lavorare, ma è impossibile farli entrare. Stiamo cercando di risolvere questo problema presentando le nostre richieste tramite la Coldiretti, per ora non ci siamo rivolti ai centri per l’impiego. Non è facile trovare da un momento all’altro manodopera per la raccolta delle fragole: serve personale specializzato, preferibilmente femminile considerato che le donne riescono ad eseguire un lavoro più veloce e allo stesso tempo preciso”.

Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: