eventi
INTERPOMA CHINA
Shanghai
15-17 Aprile 2019
THINK FRESH 2019
Rimini
7 Maggio 2019
MACFRUT 2019
Rimini
8-10 Maggio 2019
ASIA FRUIT LOGISTICA
Hong Kong
4-6 Settembre 2019
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019

leggi tutto

venerdì 22 marzo 2019


Da rifugio antiaereo a orto sotterraneo

Da un rifugio antiaereo della Seconda guerra mondiale a un moderno orto urbano sotterraneo. Grazie alla tecnologia e all'intuito di Richard Ballard e Steven Dring, a Londra è nato “Growing Underground”. Qui, in un rifugio che era capace di contenere sino a ottomila sfollati negli anni Quaranta, a 33 metri di profondità ora si coltivano ortaggi. Per l'esattezza microgreen e germogli.



A Carpenter’s Place i fondatori di “Growing Underground” hanno creato quella che loro definiscono la prima struttura per la coltivazione sotterranea del mondo. Il sistema di coltivazione è quello idroponico, quindi fuorisuolo, brevi cicli produttivi indipendenti dalle stagioni e illuminazione a Led.



Grazie a un sistema computerizzato che controlla temperature, illuminazione e nutrienti, l’orto sotterraneo può arrivare secondo i fondatori a una produzione annua tra le 5 e le 20 tonnellate di ortaggi a foglia, senza utilizzare agrofarmaci e risparmiando il 70% di acqua rispetto a una produzione ortofrutticola convenzionale.



E l'azienda londinese rifornisce importanti catene come Marks & Spencer e Waitrose, oppure vende ai migliori ristoranti della city.

Copyright 2019 Italiafruit News


Maicol Mercuriali
Editor - Social Media Manager
maicol@italiafruit.net

Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: