Zucchina e pera in Aula, la protesta di Bonelli

Il deputato dei Verdi si è scagliato contro i rincari

Zucchina e pera in Aula, la protesta di Bonelli

L’Aula della Camera ha approvato questa mattina in via definitiva il decreto legge Aiuti quater, che diventa quindi legge: il testo, su cui ieri il governo aveva incassato la fiducia, è passato con 164 voti a favore, 127 contrari e tre astenuti. Tra chi si è espresso contro il nuovo pacchetto di misure del governo Meloni c’è sicuramente il deputato dell’Alleanza Verdi e Sinistra e co-portavoce di Europa Verde Angelo Bonelli. Che per mostrare plasticamente i problemi delle famiglie italiane a suo dire non risolti dal decreto ha portato in Aula alcuni generi alimentari di prima necessità. «Il Paese è sempre più povero, a causa di scelte energetiche e ambientali sbagliate. Il problema oggi per milioni di famiglie non è solo non riuscire a pagare le bollette di gas e elettricità, ma anche riuscire a fare la spesa», ha spiegato il deputato intervenendo nel corso della discussione sul Dl Aiuti Quater che si è svolta alla Camera dei Deputati. 

«L’aumento dei generi alimentari – ha proseguito – è stato devastante per le famiglie: basta andare in un mercato. La zucchina romanesca costa al mercato 4 euro al kg, i panini all’olio che mangiano gli anziani 4,10 al kg, un litro di latte costa 2 euro, una pera 4 euro». E aggiunge che questo aumento «è diventato terrificante a causa della crisi energetica che voi non volete affrontare perché volete far pagare il prezzo della crisi alle famiglie e non ai colossi energetici».

Fonte: Open Online