Xylella sugli agrumi, confermati i primi casi in Portogallo

Il batterio si è sviluppato da una sottospecie

Xylella sugli agrumi, confermati i primi casi in Portogallo

La Xylella fastidiosa è arrivata a colpire anche gli agrumi. Oltre ad essere l’incubo degli olivicoltori, ora lo è anche per i produttori di agrumi del Portogallo, dove è stata scoperta per la prima volta in Europa attraverso una sottospecie, la Xylella fastidiosa fastidiosa. A riportarlo con una nota è il Comité de Gestión de Cítricos.
 

A questa malattia, se ne aggiunge un’altra che ci riguarda da vicino, ovvero la “Mosca orientale della frutta”, rilevata la scorsa estate nel sud del nostro Paese e che colpisce anche gli agrumi. Il nuovo focolaio di Bactrocera dorsalis, ovvero la mosca orientale,  potrebbe essere classificato come di identica gravità alla Xylella fastidiosa. Non è stata la prima incursione nell'Europa, ma è stata la più rilevante. 
 

Data la gravità della situazione generata da queste e altre minacce di prim'ordine per il settore – come la presenza dei due vettori di HLB in Portogallo (Trioza erytreae) e in Israele (Diaphorina citri) – il Citrus Management Committee (CGC) parla apertamente dello "stato di allerta fitosanitaria permanente" che il settore agrumicolo spagnolo sta vivendo.
 

Alla minaccia di questi parassiti e malattie potrebbe aggiungersene un terzo, la "Macchia nera" presente in Tunisia. Un nuovo studio IVIA dimostra inconfutabilmente con modelli matematici che questo fungo è in grado di stabilirsi in Spagna.
 

come si accennava, i risultati del laboratorio portoghese suggeriscono che gli agrumi colpiti da Xylella fastidiosa potrebbero essere stati infettati dalla sottospecie fastidiosa, diversa dal multiplex che colpisce i mandorli di Alicante e che è presente anche a Maiorca.
 

La Xylella è un patogeno batterico trasmesso da vettori e associato a gravi malattie in una vasta gamma di piante. Più di mezzo migliaio di piante possono essere colpite da questa malattia – la maggior parte selvatiche, altrettante piante ornamentali e alcuni alberi da frutto – ma finora nei quattro paesi europei in cui era stata confermata (Italia, Francia, Portogallo e Spagna) era stata rilevata solo in 174, nessuna delle quali della famiglia degli agrumi.