Spagna, il clima mite mette a rischio le pesche

Difficoltà anche per carciofi e broccoli

Spagna, il clima mite mette a rischio le pesche

L’inverno non sufficientemente freddo sta causando difficoltà in Spagna. Le temperature elevate di questo autunno e inverno la stanno facendo pagare a lattuga, broccoli e carciofi, generando una sovrapproduzione pari al 20%, mentre è prevista una diminuzione della raccolta di drupacee, in particolare di albicocche e pesche. 
 

Come riporta la testata Revista Mercados, a Lorca e nella valle del Guadalentin, il caldo anomalo colpisce le colture invernali portando con sé un eccesso di offerta e una diminuzione del prezzo nei mercati, come ha sottolineato Plácido Pérez Chuecos, presidente di Coag a Lorca.
 

Rincara la dose Antonio Moreno, segretario dell’agricoltura dell’Upa nella regione Murcia, che prevede una diminuzione della raccolta delle drupacee dovuto all’alterazione del naturale processo di ibernazione degli alberi. Secondo Moreno, questa situazione danneggia principalmente le varietà extra precoci e precoci di albicocca e alcune pesche tardive. Il rischio non è finito qui, perché le temperature troppo elevate per la stagione sono dannose anche per la possibilità che a febbraio o marzo si verifichino gelate, evento sempre più comune.