Spagna, a novembre si riducono le esportazioni di ortofrutta

Perso il 5,7% rispetto all'anno prima

Spagna, a novembre si riducono le esportazioni di ortofrutta

Nel solo mese di novembre, le esportazioni spagnole di frutta, verdura e legumi sono diminuite del 5,7%, soprattutto verso la Germania e, in modo meno netto, verso Francia, Slovacchia e Italia. Le esportazioni spagnole di prodotti alimentari, bevande e tabacco, invece, sono aumentate del 7,9% a 5.884 milioni di euro; le importazioni sono aumentate del 26,2% a 4.826 milioni, da cui un saldo attivo pari a 1.058 milioni di euro.

Questa la sintesi dell'ultimo rapporto mensile sul commercio estero pubblicato scorsa settimana dal Ministero dell'Industria, del Commercio e del Turismo e raccolto da Efeagro. Le esportazioni complessive di prodotti alimentari, bevande e tabacco fra gennaio e novembre 2022 sono aumentate del 13,2% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, a 58.687 milioni di euro, mentre le importazioni sono cresciute del 33,3% nei primi undici mesi del 2022, per un totale di 47.297 milioni di euro, pari all'11,2% degli acquisti totali. La bilancia commerciale ha determinato un saldo positivo di 11.390 milioni di euro nel periodo, inferiore ai 16.379 milioni di euro contabilizzati fra gennaio e novembre 2021.

Le esportazioni sono aumentate grazie alla crescita delle vendite di oli e grassi, del 34,5% su base annua, diretti in particolare verso l'Italia e, in misura minore, verso Stati Uniti, Francia e Paesi Bassi.

Si sono distinte anche le esportazioni di altri prodotti alimentari verso Portogallo, Francia, Tunisia e Stati Uniti, mentre nel capitolo delle importazioni balzano agli occhi gli acquisti di altri alimenti da Brasile, Ucraina, Francia e Stati Uniti.

Fonte: Revista Mercados