eventi
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

giovedì 8 luglio 2021


Pomodori, è l'annata della superqualità nella piana di Fondi

La campagna estiva dei pomodori rossi della piana di Fondi-Sperlonga sta dando ottimi risultati sotto il profilo sia della qualità sia dei prezzi. Lo spiega a Italiafruit News Silvestro Ferro, responsabile commerciale dell’Op Copla di Fondi (Latina).

“Le raccolte di ciliegini, piccadilly, datterini e san marzano sono entrate nel pieno. Quest’anno stiamo notando una qualità dei frutti eccezionale, in primis per il ciliegino, ed i prezzi medi sono molto più elevati dello stesso periodo dell’anno scorso”, sottolinea l’operatore.



La qualità non viene da sola, ma è il risultato dell’attenzione verso le giuste pratiche colturali dei produttori locali e la cura di ogni particolare. “La mia impressione – prosegue – è che quest’anno, nonostante il caldo afoso, le aziende agricole del Sud Pontino si stiano maggiormente concentrando sui trattamenti di natura biologica, che preservano gli insetti utili e favoriscono la loro moltiplicazione. La natura stessa, di conseguenza, ci sta aiutando a proporre sul mercato pomodori di altissima qualità e salubrità”. 



In merito alle quotazioni, Ferro spiega che i prezzi del periodo soddisfano i produttori locali di pomodori rossi e riescono pianamente a compensare la limitata contrazione delle rese per ettaro: “Nel mercato italiano, l’offerta della merce rossa è inferiore rispetto all’estate 2020. Attualmente si registra inoltre una richiesta interessante, anche da parte dei mercati esteri della Germania, dell’Austria, della Francia e della Gran Bretagna”.

“Il periodo di piena produzione dovrebbe proseguire fino ai primi giorni di agosto”. Per i pomodori verdi (cuore di bue, oblungo e tondo verde), invece, i volumi raccolti nel territorio pontino sono attualmente ridotti. Ma la qualità è buona. “Le quantità sono scese dopo il picco produttivo di 15-20 giorni fa e, da qui all’autunno, continueranno a ridursi. Per le prossime settimane, ci aspettiamo quindi che i prezzi medi delle referenze verdi tenderanno a salire”.

 

Copyright 2021 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: