eventi
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

venerdì 25 giugno 2021


Melone retato, operazione continuità

Due varietà che si passano il testimone, due meloni che si completano l'un l'altro e che possono garantire una campagna del retato italiano all'insegna della qualità: dolcezza e aromaticità per il consumatore, ma anche tanti vantaggi per chi produce e commercializza questi frutti. Stiamo parlando di Tripudio F1 e Graffio F1, meloni in raccolta da maggio fino a metà luglio nel Centro e nel Nord Italia.

“La precocità è il punto forte di Tripudio F1 – spiega Sergio Guardigli, sales area manager North Italy di HM.CLAUSE – ma non è certo l'unica caratteristica interessante di questo melone. Il frutto, dalla forma rotonda-ovale, presenta infatti un'ottima retatura su tutta la superficie e questa ne facilita la manipolazione. Ha una polpa consistente che trasmette la freschezza del prodotto: ciò consente una migliore gestione del melone sia in campo che in magazzino, ma poi la freschezza si esprime anche nel punto vendita catturando l'attenzione del consumatore. Parlando della pianta, invece, è solida e concentrata, andando così a migliorare la gestione economica delle raccolte; inoltre, grazie al suo pacchetto di resistenze particolarmente ricco, è indicata per coltivazioni biologiche o a residuo zero. Precocissimo e molto fertile, Tripudio F1 garantisce una produzione molto elevata e qualitativa, soddisfacendo l'esigenza di redditività degli agricoltori”.



Graffio F1 (nella foto di apertura) è meno precoce di Tripudio F1, le sue caratteristiche distintive sono soprattutto nel profilo organolettico. “Questo melone sviluppa un alto grado zuccherino – prosegue il manager HM.CLAUSE – un aroma ricco e una forma tipica del melone retato italiano. La rusticità della pianta è un valore aggiunto e la raccolta si presenta scalare, consentendo così ai produttori una resa continuativa su una pianta sostenuta fino a fine ciclo. Abbiamo parlato del gusto, ma il frutto presenta anche delle alte qualità estetiche: la rete è ben marcata ed omogenea, quando il melone è maturo il fondo vira al giallo ma la sutura rimane verde a lungo. Graffio F1 si conserva bene anche nel periodo post raccolta e sappiamo bene quanto sia importante arrivare al consumatore con un melone che trasmetta qualità e freschezza nel punto vendita. Graffio F1 – conclude Sergio Guardigli - si presenta come il migliore risultato dell’innovazione varietale HM.CLAUSE Italia applicata al melone retato italiano”.

Copyright 2021 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: