eventi
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

lunedì 20 giugno 2022


«Albicocche, aumentano le richieste»

La campagna albicocche è a un punto di svolta. Se l'esordio ha visto consumi particolarmente lenti, ora i frutti sono sempre più richiesti dal mercato, complice un clima tipicamente estivo che spinge gli acquisti e una qualità organolettica in progressivo miglioramento. Abbiamo fatto il punto della situazione con Apofruit, una delle più importanti imprese specializzate nella produzione di prodotti ortofrutticoli italiani di qualità.

“Stiamo ritirando albicocche da Basilicata, Puglia ed Emilia Romagna e abbiamo raggiunto il 25% del prodotto conferito rispetto ai nostri piani preventivi – spiega a IFN Mirco Zanelli, direttore commerciale della cooperativa – Anche se la stagione è partita in ritardo per il clima freddo all'inizio della primavera, ora stiamo recuperando”.



Passando all'analisi del mercato, Zanelli osserva come "in questi giorni la domanda sta aumentando come avevamo previsto. E la risposta sarà buona anche nel periodo medio-tardivo, con la produzione da luglio in avanti. Attualmente i frutti sono distribuiti in pari numero in Italia e all’estero”.

Anche se manca ancora buona parte del prodotto (75%), dal punto di vista qualitativo i frutti sono in linea con le ultime campagne. Decisamente diversi i volumi. “Siamo in un’annata media, nelle ultime due stagioni i volumi erano molto scarsi a causa delle gelate. Quest’anno sono aumentati del 30%, riallineandosi con i valori delle annate precedenti”.



Per quanto riguarda le albicocche rosse (nella foto di apertura), dopo il lancio a Berlino con i soci di Mediterraneo Group (clicca qui per approfondire), è partita in questi giorni la commercializzazione. “Speriamo in una bella risposta da parte del mercato – commenta Zanelli – considerato che la produzione durerà fino a metà agosto”.

Per questo prodotto, l’azienda ha investito anche sul packaging, adottando delle nuove vaschette realizzate interamente in cartone.



E' ormai in fase avanzata la stagione delle ciliegie: per la cooperativa i quantitativi raccolti sono il 70%. I principali areali produttivi sono la Puglia, la Romagna per il prodotto biologico e Vignola per quello Igp. Sono invece appena iniziati gli arrivi da Trento e per le ciliegie di montagna si andrà avanti fine all'inizio dell'estate.

Nonostante il livello qualitativo dei frutti sia ottimale e non manchino i volumi, le produzioni di alcune aree stanno riscontrando qualche limite dal punto di vista dei calibri. “Parliamo ad esempio del prodotto pugliese – sottolinea Zanelli – essendo gli impianti molto carichi, le pezzature tendono a rimanere medio-piccole e a riscontrare maggiori difficoltà sul mercato, dato che il consumo è sempre più spostato su calibri medio-grossi”.



“Molte aziende pugliesi – aggiunge - stanno già operando investimenti varietali, organizzandosi in ottica delle richieste del mercato per offrire varietà di calibro sostenuto e caratteristiche organolettiche ottimali, quindi frutti croccanti e dolci. Lato cooperativa, da diversi anni cerchiamo di promuovere l’utilizzo di coperture in campo per salvaguardare le produzioni da pioggia e insetti e lo facciamo tramite un’importante differenziazione delle liquidazioni”. 

Continua anche la valorizzazione della Ciliegia di Vignola Igp. “Si tratta di una referenza trainante in Italia – specifica il direttore commerciale – è un prodotto che viene apprezzato anche dalla Gdo, per questo dobbiamo continuare a puntare sulle specialità dei territori. Le produzioni locali rappresentano sempre di più una forte concorrenza per l’export delle ciliegie convenzionali”


Anche il biologico è un traino importante per la produzione cerasicola e ad oggi la produzione di ciliegie bio arriva attualmente al 25% del totale.

Si tratta dell’ennesima dimostrazione di quanto gli impegni della cooperativa vadano nella giusta direzione, sia in termini di tutela del territorio, di valorizzazione del lavoro dei soci anche nel segno delle produzioni biologiche.

Copyright 2022 IFN Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: