eventi
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

giovedì 12 maggio 2022


Europa, rallentano i decumuli di mele

In Europa le scorte di mele sono aumentate del 13,1% rispetto al 2021 fino a raggiungere 2.180.415 tonnellate al primo aprile, mentre gli stock di pere, come prevedibile data anche la mancanza di prodotto italiano, sono diminuiti del 24,6%. I dati sono quelli di Wapa, l’associazione mondiale di mele e pere che punta a incrementare l’attività commerciale dei paesi produttori, aumentare la domanda e assicurare un’equa retribuzione ai coltivatori. 

L'aumento dello stock di mele può essere trainato, secondo Wapa, dagli incrementi di Red Jonasprince (+46,6% rispetto al 2021), Jonagold (+38,6%), Gala (+33,8%) e Golden Delicious (+26%), anche se diverse varietà hanno registrato un calo rispetto al 2021, tra cui Gloster (-55,4%) e Granny Smith (-19,1%)



Per quanto riguarda le pere, invece, la scorta delle varietà italiane Abate Fetel e Kaiser è scesa rispettivamente del 99,8% e 99,3% in un anno mentre lo stock delle Conference risulta il 13,1% in meno rispetto al 2021. 



Negli Stati Uniti le scorte di mele ad aprile si sono attestate invece a 1.014.826 tonnellate, quindi +4% rispetto al 2021. Cosmic Crisp (+290% rispetto al 2021), Granny Smith (+48,8%) e Pink Lady (+24,1%), hanno compensato la diminuzione di diverse varietà importanti come Fuji (-22,7%) e Red Delicious (-11,3%).

Le stock di pere negli Usa si è invece mantenuto a 73.215 tonnellate, il 45,6% in più rispetto allo scorso anno, con le pere Anjou in aumento del 45,2%. 

Copyright 2022 IFN Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: