eventi
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

martedì 3 maggio 2022


«Pomodori, il freddo ha rallentato la produzione»

Il pomodoro è una referenza reperibile e coltivabile 12 mesi su 12. Quest’anno però ha subito molto il freddo, che ne ha rallentato la produzione anche di un mese e mezzo.

“È stata un’annata abbastanza pesante dal punto di vista meteorologico – riporta a IFN Stefano Bonelli, titolare dell’azienda agricola Bonelli, a Gela-. Con le frequenti e intense gelate che ci hanno colpito fino alla scorsa settimana e l’aumento dei costi per noi produttori, il prezzo dei pomodori è schizzato.”



“Le quotazioni la scorsa settimana erano a 2,50 euro al kg, mentre negli ultimi giorni sono scese attorno a 1,50. Andare avanti così è difficile – prosegue il giovane imprenditore – perché avendo subito i rincari, facciamo fatica a coprire le spese di produzione”.
E continua: “Al mattino fino a pochi giorni fa c’erano 4 gradi centigradi e per diverse aziende della nostra zona ciò ha significato perdere il raccolto. A certe temperature il pomodoro fa fatica a maturare e nel nostro caso siamo indietro di un mese e mezzo”.

L’azienda agricola Bonelli è specializzata nella coltivazione di datterino e ciliegino, che realizza su un ettaro di terreno. “Le gelate hanno influito sui quantitativi e possono farsi sentire sulla qualità del prodotto finale in base al tipo di varietà – continua Bonelli-. Ci sono varietà più sensibili al freddo, con rischi di problemi di allegagione dei frutti e di conseguenza meno raccolto. Nei mesi scorsi è stata intaccata la maturazione e la pezzatura dei frutti”.



A livello commerciale invece la richiesta continua a tenere banco. “I consumi procedono bene, ma i prezzi che per noi produttori sono ragionevoli, attorno a 1,50 per il ciliegino e 2,50 al kg per il datterino, risultano un po’ troppo alti agli occhi dei consumatori che li vedono lievitare al momento dell’acquisto. Di conseguenza comprano meno prodotto”. 

Copyright 2022 IFN Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: