eventi
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

venerdì 11 marzo 2022


Arancia Rossa alla ricerca di nuovi mercati

Il 20 dicembre Gerardo Diana è stato eletto presidente del Consorzio Arancia Rossa di Sicilia Igp. In passato presidente di Confagricoltura Sicilia, Diana ha un unico obiettivo: lavorare insieme agli agrumicoltori e gli operatori commerciali per raggiungere nuovi mercati. “Riconquistiamo l’Europa – dice a IFN – e poi pensiamo ad andare oltre, senza dimenticare che in Italia l’Igp viene riconosciuto come attestato di valore soprattutto da Roma in su, mentre al sud c’è ancora del lavoro da fare, tra cui evitare le vendite sottocosto definendo un costo di produzione dell’Igp”. 



Dopo un 2020 in cui c’è stata la corsa all’arancia rossa per via delle sue proprietà salutistiche e un 2021 che ha conosciuto un ridimensionamento dei consumi con un parziale lockdown, il 2022 non brilla. “Quest’anno – spiega il neopresidente – al momento gli ordini sono buoni e il prodotto regge bene, ma complice un minor quantitativo di prodotto e le incertezze causate dalla guerra in Ucraina unite a quelle del Covid, è tutto da rivalutare. Ad esempio, il Sudafrica inviava la propria produzione in Russia, ora bisogna vedere se proseguirà sulla stessa rotta o se verranno dirottati in Europa. È chiaro, comunque, che questo clima di rincari dei carburanti e dell’energia elettrica ricadrà sulla spesa delle famiglie. Dove prima si compravano due kg ora si comprerà un chilo”.

La produzione di quest’anno ha anche subito i duri colpi delle avversità climatiche: “Le gelate primaverili, la siccità estiva e le alluvioni a novembre – prosegue Diana – hanno influito sui volumi finali, causando un 20% di quantitativo in meno, per questo non rimangono molte altre Moro, Tarocco e Sanguinello da raccogliere. Si cerca di arrivare a Pasqua, dopodiché quando prendono piede altri frutti come la fragola, inizierà per l’arancia rossa un mercato di nicchia, ma l’aspetto positivo è che con le nuove varietà si potrà proseguire fino a giugno”.



Negli ultimi anni, per combattere il virus Tristeza, c’è stata una riconversione per piantare nuovi agrumi maggiormente resistenti. “Su questo tema siamo riusciti a fare fronte comune tra agrumicoltori, il Crea e gli operatori commerciali riuscendo a portare a termine una riconversione ragionata ridiscutendo di zone vocate per innestare varietà tardive e precoci nei loro areali tipici”. 

Per monitorare i volumi totali di produzione, fondamentale per Diana è la creazione di un catasto agrumicolo: “Per aiutare noi agricoltori e gli operatori commerciali a programmare il futuro e le piantumazioni di ciò che manca sul mercato e per contrastare possibili truffe, ovvero che venga spacciato per Igp merce che non lo è”.



“Per allargare la nostra platea - continua il presidente - il Consorzio di tutela e valorizzazione dell’arancia rossa di Sicilia Igp punta sempre di più sulla promozione attraverso radio, televisione, giornali, social media, senza dimenticare di stringere buoni rapporti con la Gdo per svolgere attività promozionali nei punti vendita”. 

Copyright 2022 IFN Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: