eventi
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

lunedì 7 marzo 2022


Pomodori e melanzane, drastico calo di quotazioni

Dopo giorni travagliati per gli ortaggi, che hanno dovuto fare i conti anche con il blocco dei trasporti, l’ultima settimana è stata sicuramente più dinamica sul fronte delle quotazioni. Analizzando il mercuriale del mercato di Vittoria, piazza di riferimento per i prodotti orticoli, si può notare come i prezzi abbiano subito delle vere e proprie scosse.

In particolare si sono abbassate le quotazioni dei pomodori, che la settimana precedente erano abbastanza alte: un calo da imputare probabilmente all’aumento dell’offerta per quanto riguarda le tipologie più importanti.
Per esempio vediamo come si sono dimezzate le quotazioni del ciliegino, passato dai 2,08 euro al chilogrammo di media del 28 febbraio a 1,07 euro al chilogrammo del 4 marzo.
In calo anche il datterino, che è sceso dai 2,51 euro al chilogrammo fino agli attuali 1,62 euro, abbassandosi di quasi 1 euro. Anche il grappolo è diminuito di 0,80 euro al chilogrammo, flettendo dalla media di 1,59 euro al chilogrammo del 28 febbraio fino a 0,91 euro al chilo del 4 marzo.
Ha fatto invece il percorso inverso il cuore di bue, salito da 0,82 euro al chilogrammo (28 febbraio) a 1,20 euro al chilogrammo (4 marzo).



Anche le melanzane seguono il trend dei pomodori. In particolare le quotazioni delle melanzane tonde si sono dimezzate: dagli 0,56 euro al chilogrammo del 28 febbraio ai 0,38 euro al chilogrammo (4 marzo). E’ più costante la violetta: se il 28 febbraio era venduta a 1,14 euro al chilogrammo, il 4 marzo il prezzo era più o meno simile, pari a 1,17 euro al chilogrammo.

In opposizione all’andamento di pomodori e melanzane, ci sono invece le zucchine: se prima erano esitate a prezzi bassi, ora sembra che stiano recuperando terreno. Questi ortaggi sono quasi arrivati a lambire la soglia dell’euro (0,80/0,90 euro al chilogrammo il 4 marzo), partendo da una cifra pari a 0,50/0,60 euro al chilogrammo del 28 febbraio.



Alcune variazioni si registrano anche per i peperoni, i cui prezzi rimangono accettabili: sia il prodotto giallo che quello rosso sono venduti a circa 1,40/1,60  euro al chilogrammo partendo da 1,90 euro del 28 febbraio.

In apertura una foto di archivio del mercato di Vittoria.

Copyright 2022 IFN Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: