eventi
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

mercoledì 2 marzo 2022


Puglia, la breve nevicata minaccia gli ortaggi

Nella prima mattinata di martedì la neve è scesa tra Foggia e Bari anche a quote molto basse, imbiancando case, strutture commerciali e campi coltivati.



Come quelli della società agricola Milella, azienda barese estesa su 200 ettari e attiva nella produzione, trasformazione e commercializzazione di una vasta gamma di prodotti ortofrutticoli pugliesi.
“Stamattina abbiamo tutti i nostri campi innevati – ha detto ieri a IFN il responsabile commerciale Angelo Milella – anche se al momento la situazione è sotto controllo, la neve ha coperto l’80% dei nostri appezzamenti tra Bari e Bitonto”.



E continua: ”Si tratta per la maggior parte di campi coltivati a ortaggi a foglia pronti per la raccolta e, solo in piccola parte, con patate novelle in fase ancora vegetativa. Anche se non è stato un impedimento notevole, sicuramente questa neve ci costringerà a ridurre i programmi di raccolta”.



Dopo esser scesa sotto zero durante la notte, la temperatura è rapidamente risalita fino ai 5-6 gradi nella mattina di martedì. Si tratta comunque di temperature anomale per il periodo: “Solitamente negli ultimi 3-4 anni abbiamo avuto questo freddo a metà gennaio, ora siamo quasi un mese e mezzo in ritardo. Fortunatamente stavolta la neve non è stata vincolante come le gelate e le nevicate degli anni precedenti” sottolinea Milella.



Anche a Foggia le temperature sono scese a picco ed è arrivata la neve. Proprio in questa zona, precisamente ad Orto Nova, ha sede la cooperativa Colella Lucia, azienda operativa nel settore da 30 anni e specializzata nella produzione di carciofo, asparago, broccolo, cavolfiore, pomodoro e peperone.
“In mattinata abbiamo visto un po’ di neve sulle nostre coltivazioni – spiega a IFN Antonio Cocomazzi, manager director della cooperativa - In particolare sono stati colpiti gli asparagi: le punte erano già fuori e stavamo preparando la raccolta ma il gelo ha ‘bruciato’ parecchio prodotto; presumibilmente avremo un ritardo produttivo di circa 15/20 giorni”. 
La situazione non va meglio per i carciofi: “Sono stati danneggiati con pelature e bruciature – sottolinea Colella - mentre broccolo e cavolfiore non stanno dando problemi, a parte il calo produttivo generale”.
Ieri mattina ad Orta Nova la colonnina di mercurio segnava 6 gradi centigradi, una temperatura sicuramente anomala per la stagione e la zona. “Speriamo in un miglioramento meteo – conclude Cocomazzi – anche se sappiamo bene che dobbiamo dare alle piante il tempo fisiologico per il recupero, che può durare anche una settimana”.


Un carciofo coltivato dalla cooperativa agricola Lucia Colella

Copyright 2022 IFN Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: