eventi
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022

leggi tutto

venerdì 3 dicembre 2021


Prodotti a base vegetale, continua la corsa

Non si arresta il trend di crescita dei prodotti vegetali: i consumatori che li scelgono sono sempre più numerosi e le motivazioni sono molteplici, di salute, ambientali o semplicemente per curiosità. Dall’altra parte le aziende produttrici si attrezzano per proporre ricette innovative e sempre più gustose.

Tra queste anche Kioene, azienda padovana specializzata in gastronomia vegetale, che nell’ultimo periodo ha investito in nuove referenze ed anche in comunicazione, registrando un ottimo andamento commerciale.



 
“Tra il 2020 e il 2021 il mercato dei prodotti a base vegetale ha registrato un forte fermento sia in Italia che in Europa e Kioene, in linea con il trend di mercato e con la storia del marchio, è cresciuto a doppia cifra (Fonte: Database IRI 2021), confermandosi leader della gastronomia vegetale” spiega a Italiafruit News Gloria Galliena, marketing director & international dell’azienda.
Numeriche sulle quali influiscono i comportamenti dei consumatori contemporanei, che richiedono ai brand sostenibilità e impegno concreto verso l’ambiente. “Accogliamo con particolare favore questo cambio di paradigma anche nel settore food – continua Galliena - la categoria di prodotti a base vegetale sposa in pieno questa evoluzione e da tempo ci rivolgiamo non più ad una nicchia di consumatori vegetariani o vegani ma in generale a tutti coloro che, nella composizione della propria alimentazione, intendono prevedere un’alternativa salutare e gustosa, 100% vegan”.

Presente sul mercato da oltre 30 anni, Kioene propone oggi una gamma di freschi (12 referenze), surgelati (8 referenze) e la gamma “I’meat green” (2 referenze). Tra questi, i più venduti sono i mini burger e i burger mentre il prodotto numero uno sul mercato sono i mini burger agli Spinaci
L’ultimo arrivato della gamma “I’meat green” è il Burger goloso gusto traditional: ”Nasce da una ricetta innovativa, senza soia e solo con aromi naturali – specifica il direttore marketing - E’ un prodotto ad alto contenuto di proteine, fonte di fibre e adatto a diverse modalità di cottura, a seconda delle occasioni di consumo come barbecue, padella e griglia”. 


 
A guidare la scelta delle materie prime è il principio della sostenibilità: “Selezioniamo ingredienti sani e di qualità, e tutte le nostre ricette sono preparate con legumi, cereali e verdure tutte no ogm – sottolineano dall’azienda – Come pionieri della categoria, siamo costantemente impegnati nella ricerca di fonti proteiche alternative, in un’ottica di diversificazione e sostegno della biodiversità. Essere sostenibili per noi significa contribuire a nutrire il futuro del pianeta e il benessere dei suoi abitanti”.

I prodotti di Kioene sono distribuiti nelle catene della Gdo italiana tramite i reparti ortofrutta e surgelati. L’azienda collabora costantemente con i retailer per identificare i posizionamenti ideali per le sue referenze. “Vogliamo assicurare le soluzioni più adatte per creare una crescita virtuosa del brand e dell’intera categoria” precisa Galliena.



Per promuovere il posizionamento del brand, Kione ha investito molto anche in comunicazione realizzando quest’anno la prima campagna TV, con al centro uno spot che racconta la storia e i valori che hanno dato vita alla gamma di prodotti che si trova a scaffale. “Lavorare sul brand positioning dell’azienda è fondamentale per continuare ad aprire sempre nuovi canali di ascolto, contatto e relazione con i nostri consumatori e stakeholder – commentano dall’azienda - a questo scopo implementeremo anche nei prossimi mesi nuove azioni integrate di marketing e comunicazione, sia B2B che B2C”.

“Il mercato dei prodotti a base vegetale sta vivendo un momento di fermento e ci attendiamo che il trend rimanga positivo nel breve periodo, con lo sviluppo di nuovi prodotti e l’ingresso di nuovi player – conclude Galliena - Noi continueremo la nostra strategia di posizionamento, continuando il lavoro di diffusione della cultura dietro questa tipologia di prodotti e alle diverse occasioni di consumo”.

Copyright 2021 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: