eventi
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022

leggi tutto

giovedì 18 novembre 2021


Pomodori, zucchine, melanzane

Nel giro di pochi giorni, i prezzi all’ingrosso dei pomodori sono passati dalle stelle alle stalle a fronte della maggiore offerta sul mercato nazionale, dovuta all’entrata in produzione degli areali del Sud Italia e della Spagna. Percorso opposto per melanzane e zucchine che sono schizzati in alto a causa del maltempo. E non è finita: secondo gli operatori italiani, le quotazioni dei due articoli dovrebbero continuare a crescere nei prossimi giorni.

“Fino ad una settimana fa, i prezzi dei pomodori erano alti. Poi si è verificato un crollo totale”, testimonia a Italiafruit News Giampiero Perla, socio della Bld, ditta di commercio all’ingrosso che opera presso il centro agroalimentare di Rimini. 

Analizzando le diverse tipologie, “il cuore di bue è sceso da 2 a 1,2-1,5 euro il chilo; l’insalataro lungo da 1,5 a 1 euro, mentre l’intero segmento dei rossi (ciliegini, datterini, grappolo, ecc.) ha perso circa 0,50 euro il chilo alla vendita. Sul nostro Mercato oggi si registra una offerta abbastanza importante di pomodori sia italiani che esteri rispetto alla domanda stagnante di questo periodo. Le vendite di questa prima metà di novembre sono state infatti lentissime per tutte le referenze, ad eccezione di pochi articoli come banane, mele e le arance bionde con foglia, queste ultime caratterizzate da una scarsa disponibilità. Tra i prodotti più in difficoltà ci sono clementine di calibro medio-piccolo”.

Per quanto riguarda le zucchine, la tipologia scura sulla piazza di Rimini sta quotando sui 1,8-2 euro il chilo. La chiara va anche oltre. Per la melanzana, sia tonda che striata, i valori di vendita sono nell’ordine di 1,5-1,8 euro il chilo. “I prezzi di zucchine e melanzane sono aumentati fortemente rispetto a venerdì 12 novembre. Tale crescita è legata al maltempo che sta interessando le zone di produzione dell’Italia. Aumentano le richieste per reperire questi prodotti dalla Spagna e, inevitabilmente, anche l’offerta iberica segue i rialzi del mercato”.

Copyright 2021 Italiafruit News


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: