eventi
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022

leggi tutto

mercoledì 10 novembre 2021


Kaki PersiMon, le previsioni della campagna

I coltivatori di cachi certificati Dop nella valle spagnola della Ribera del Xúquer, vicino a Valencia, affermano di aspettarsi di commercializzare un raccolto significativamente inferiore, pari a 80.000 tonnellate in tutto, questa stagione. Il 40% del loro raccolto è stato infatti danneggiato dalle condizioni meteorologiche avverse e da un nuovo parassita.

Il consiglio di regolamentazione del Kaki de la Ribera, responsabile della commercializzazione del frutto con il marchio PersiMon, aveva affermato in precedenza di aspettarsi che i volumi della sua caratteristica varietà Rojo Brillante fossero simili a quelli dell'anno scorso.

Rafael Perucho, capo del consiglio di regolamentazione, ha dichiarato: "I danni al raccolto di quest'anno sono il risultato delle sfide poste dal clima imprevedibile e da un nuovo parassita che ha attaccato il PersiMon: entrambi hanno influito sulla produzione di frutta".

Pioggia e grandine, insieme alla cocciniglia degli agrumi (Planococcus citri), fanno sì che una parte significativa del raccolto non venga raccolta, ha affermato Perucho. "Tuttavia, il PersiMon che raggiungerà il mercato sarà ovviamente conforme ai consueti criteri di qualità stabiliti dalla Dop".

L'obiettivo della campagna del prossimo anno sarà quello di continuare a creare consapevolezza della qualità e dei vantaggi unici di PersiMon tra i consumatori e i partner commerciali, in mercati chiave come il Regno Unito.

Secondo i dati di ITC, i primi dieci mercati di esportazione della Spagna per le vendite di cachi nel 2020 sono stati Germania (56,4 milioni di dollari), Italia (29,4 milioni di dollari), Francia (25,1 milioni di dollari), Paesi Bassi (12,1 milioni di dollari), Polonia (10,2 milioni di dollari). ), Regno Unito (8,5 milioni di dollari), Arabia Saudita (7,6 milioni di dollari), Canada (7,1 milioni di dollari), Portogallo (7,0 milioni di dollari) e Repubblica Ceca (4,7 milioni di dollari).

“Tutto sommato, PersiMon è ancora un frutto relativamente sconosciuto in molti mercati, quindi siamo sicuri che nel tempo, investendo nella promozione e nel lavoro del settore, riusciremo a raggiungere molti più mercati e consumatori, poiché siamo convinti che sia un frutto che ha ancora molta strada da fare", ha concluso Perucho.

Fonte: Fruitnet


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: