eventi
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

lunedì 28 giugno 2021


«Angurie, consumi positivi e prezzi giusti»

“Fino ad oggi sono estremamente soddisfatto del mercato delle nostre angurie, ci sono i consumi e i prezzi son giusti, anche se non sono altissimi. In questi giorni stiamo distribuendo tanto prodotto e tra le angurie grandi e quelle mini, il prezzo arriva in media sui 0,20 centesimi al chilogrammo”.
A dirlo a Italiafruit News è Antonello Verna, titolare dell’azienda Verna Country Farm di Rutigliano (Bari) che produce, lavora e commercializza angurie.


Antonello Verna

Il prodotto ora disponibile, le angurie precoci, provengono dall’azienda di Verna Country Farm con sede a Bernalda (Matera), poi la produzione passerà alla sede centrale di Rutigliano e a quella di Polignano, sempre in provincia di Bari.
“In Puglia coltiviamo angurie in campo aperto su 90 ettari in mini tunnel coperti da tessuto non tessuto – specifica il produttore - abbiamo trapiantato ai primi di aprile e a inizio luglio inizieremo la raccolta per arrivare al 15/20 settembre. Ci concentriamo sul prodotto più tardivo perché è più indicato per la nostra produzione geografica, mentre i frutti precoci crescono meglio nel Metapontino”.

Le quantità medie di angurie prodotte dall’azienda arrivano a circa 750 quintali per ettaro. Leggermente più bassi i volumi quest’anno: “Con il freddo registrato fino a pochi giorni fa, le allegagioni non sono state fantastiche ma la produzione sicuramente aumenterà in questi mesi”, dice Verna.
Le angurie mini prodotte da Verna (pari a metà della produzione di angurie) sono destinate quasi principalmente alla Gdo, mentre i frutti più grandi sono distribuiti ai mercati tradizionali sia italiani che europei con il marchio aziendale. Metà delle vendite aziendali sono destinate all’estero, tra cui Germania, Danimarca, Polonia, Olanda, Francia, Belgio.




“L’anno scorso siamo arrivati a produrre 60 mila quintali di angurie, quest’anno puntiamo ai 100 mila quintali – commenta il titolare dell’azienda – per velocizzare le tempistiche di lavorazione abbiamo da poco investito in tecnologia, installando una macchina calibratrice in grado di prezzare in automatico. Questo macchinario ci permette di aumentare i quantitativi di lavorazione giornalieri ed anche lo stoccaggio nei nostri 2 mila metri quadri di capannone, tutti certificati Ifs”.

Copyright 2021 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: