eventi
THINK FRESH 
6 Settembre 2021
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
30 giugno-1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

giovedì 10 giugno 2021


Limoni italiani, verso un'estate di carenza

Il comparto limonicolo dell'Italia Meridionale prevede una significativa contrazione delle quantità di limoni Bianchetto rispetto alla primavera-estate del 2020, come conseguenza di condizioni climatiche poco favorevoli per le rese produttive, verificatesi nel periodo della fioritura.

"La campagna del Bianchetto siciliano è partita questo lunedì, 7 giugno: le quantità sono molto scarse nel confronto con la campagna dell’anno scorso e i frutti, per il momento, presentano una buona qualità", spiega a Italiafruit News Salvatore Scarcella, presidente dell'Op Cai (Cooperativa Agricoltori Ionici) di Furci Siculo (Messina) che dispone del prodotto sia biologico sia convenzionale.



Nella riviera ionica dell’isola, stando alle valutazioni dell'operatore, è plausibile aspettarsi una potenzialità produttiva per il Bianchetto nell'ordine del 20-40% rispetto a quella del 2020. La situazione sarà la medesima anche per il Verdello (in raccolta da fine giugno), limone estivo ottenuto tramite la pratica della forzatura che consiste nel forzare artificialmente la fioritura estiva dell’albero, lasciando la pianta senza acqua per almeno tre settimane.

“Dal punto di vista dell'offerta, la disponibilità di limoni italiani registrerà una forte carenza nel periodo compreso tra il 10 luglio fino ai giorni precedenti a Ferragosto. Ci attendiamo sicuramente prezzi elevati”.



I primi cinque mesi del 2021 hanno finora lasciato soddisfatto il presidente dell’Op. “Rispetto ai primi 5 mesi del 2020, abbiamo ridotto le quantità vendute di limoni del 10% mentre il valore è sceso del 20%. Possiamo ritenerci tutto sommato soddisfatti di tali performance, in quanto le stiamo paragonando con i brillanti risultati raggiunti nella prima parte del 2020, resi possibili dal primo lockdown di marzo-maggio”. 

“Quest’anno le condizioni di mercato sono state completamente diverse e l’annata di carica della Spagna ha influito sui prezzi”, conclude Scarcella. 

Copyright 2021 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: