eventi
THINK FRESH 
6 Settembre 2021
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

mercoledì 24 marzo 2021


Codipra, al via il monitoraggio sui danni da gelate

"Le gelate, ben evidenziate dagli 'allert' diramati dai tecnici della fondazione Edmund Mach, che proseguono per le prossime nottate, purtroppo potrebbero avere causato qualche lieve danno", rende noto un comunicato del Codipra - Condifesa Trento, che precisa: "in particolare, per le colture sensibili, come ciliegio e meleti precoci, e per alcune circoscritte aree della nostra provincia". 


"In un momento, fortunatamente ancora non particolarmente delicato per le colture che sono in una fase vegetativa ancora quasi 'dormiente' si sono verificate alcune gelate che potrebbero avere causato, in alcuni particolari e circoscritti areali e per le varietà precoci, danni limitati alle produzioni - spiega Marica Sartori, direttore del Codipra - danni che stiamo accertando e monitorando, ma comunque, per una vera eventuale stima dell'impatto di questi eventi meteo avversi, dovremmo attendere lo sviluppo del prodotto. In questo contesto possiamo però sottolineare che una percentuale di queste colture sono dotate di impianti per la difesa attiva, i cosiddetti antibrina e in alcuni casi soluzioni quali i ceri riscaldanti, e, inoltre, sono coperte dall'assicurazione". 

"Nel 2021 gli agricoltori nostri associati sono stati particolarmente attenti, infatti, ad oggi produzioni per oltre 360milioni di euro sono coperte con l'assicurazione e di queste quasi 5milioni sono ciliegie - evidenzia Sartori - risultato importante, raggiunto anche grazie ad un inizio della campagna assicurativa record e con condizioni particolarmente vantaggiose, infatti le prime assunzioni sono avvenute il 26 febbraio, proprio per i ceraseti, notoriamente molto sensibili al gelo anche nelle fasi precoci". 

"Anche quest'anno, caso unico in Italia, le condizioni contrattuali della polizza collettiva 2021 di codipra prevedono franchigia 30 a scalare anche per quanto riguarda i danni da avversità catastrofali" rileva Sartori.
"Numeri che sottolineano come noi agricoltori siamo sempre più attenti agli strumenti di gestione del rischio e focalizzati sull'innovazione - evidenzia Giorgio Gaiardelli, presidente del Codipra - come consorzio siamo alla continua ricerca di innovazione e sostenibilità, esempio ne è il progetto europeo per l'innovazione c&a 4.0 che sta sperimentando soluzioni innovative per la difesa attiva e passiva, cercando di trovare il giusto equilibrio nelle strategie di mitigazione dei rischi". 
"E' necessario favorire una razionalizzazione delle soluzioni di gestione del rischio e, conseguentemente, un efficientamento della spesa pubblica", afferma Gaiardelli, nel precisare che "l'obiettivo del progetto è quello di effettuare un monitoraggio e la mappatura del territorio agricolo trentino, da un punto di vista agronomico-climatico, per quantificarne la sensibilità al rischio gelo e le specificità orografiche e geopedologiche, al fine di identificare e il sistema di difesa attiva più idoneo per le diverse aree e colture e conoscere le caratteristiche specifiche per migliorare le soluzioni di difesa passiva". 
"Siamo costantemente al lavoro per portare ulteriori sviluppi alla sperimentazione sfruttando le potenzialità delle tecnologie, in particolare ad esempio in un progetto sperimentale per il prodotto 'prato pascolo' utilizzando rilievi satellitari, implementando tecnologie di machine learning e intelligenza artificiale, sempre con l'obiettivo principe di valorizzare e tutelare il lavoro dei nostri associati e nell'ottica di perseguire una agricoltura sostenibile e resiliente, che è uno degli obiettivi della politica comunitaria", conclude Sartori. 

Fonte: Codipra


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: