eventi
THINK FRESH 
6 Settembre 2021
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

mercoledì 23 dicembre 2020


Moro sardo, il pomodoro unico di Agromediterranea

Il tipico e caratteristico pomodorino sardo, coltivato e presentato nel rispetto di quella che è ormai una tradizione secolare del territorio, si presenta oggi come allora nero vermiglio sul colletto, per poi trasformarsi sulla parte inferiore in un verde scuro tendente poi al rosso in base al livello di maturazione; la sinuosità del picciolo che si inserisce sul colletto del pomodorino conferisce al prodotto un primo sentore di freschezza alimentato poi al palato da uno sfumato contrasto agro-dolce dal brix elevato ed inconfondibile.

Agromediterranea Group ha scelto il DRW 7723 di Seminis® come varietà più rappresentativa di questa tipologia e la valorizza commercializzandola con il marchio “Moro sardo”



Moro Sardo rappresenta un pomodoro unico e genuino, la cui produzione avviene solo ed esclusivamente in Sardegna, negli areali di Pula-Santa Margherita, Sarroch, Capoterra, Uta e Assemini dove le condizioni pedoclimatiche sono ideali per far risaltare la qualità del prodotto. E’ in queste zone distesi tra colli e costa marina che il pomodorino sardo si alimenta da acque ricche di minerali che conferiscono al prodotto quelle caratteristiche organolettiche che lo rendono unico nel suo genere garantendo anche una pregiata bellezza visiva

L’avanzata ricerca che ha portato alla creazione di DRW 7723 e l’antica tecnica di coltivazione adottata dagli agricoltori locali, rendono il pomodoro Moro Sardo degno erede della tradizione storica del pomodoro sardo. 

Il pomodoro a marchio Moro Sardo viene lavorato in cassettina rinfusa, in vaschette da 500 grammi, 250 grammi e distribuito nelle migliori catene di supermercati.



Fonte: Ufficio stampa Agromediterranea Group - Seminis


Altri articoli che potrebbero interessarti: