eventi
FIERAGRICOLA 
Verona
2-5 Marzo 2022
FRUIT LOGISTICA 
Berlino,
5-7 Aprile 2022
MACFRUT 
Rimini,
4-6 Maggio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022

leggi tutto

martedì 29 settembre 2020


Susine, il primo bilancio di una campagna poco pimpante

La campagna delle susine emiliano-romagnole è ormai agli sgoccioli, considerando che i quantitativi delle varietà cino-giapponesi, Angeleno in primis, sono scesi di almeno l’80% rispetto agli standard storici a causa delle gelate della scorsa primavera. 

“La stagione 2020 delle susine è praticamente finita. Credo che andremo avanti per altri 15 giorni con quantitativi molto limitati. Poi, come sempre, qualche piccola spedizione di Angeleno la faremo fino a Natale”, conferma a Italiafruit News Walter Monari, direttore del Consorzio della Ciliegia, della Susina e della Frutta tipica di Vignola.

Il bilancio conclusivo della campagna verrà stilato verso il 10-15 ottobre, anche se non c’è grande soddisfazione per l’andamento commerciale della specie.


Walter Monari

“Mi aspettavo un mercato estivo più pimpante per la nostra susina Igp - ammette il direttore - Il prodotto si è venduto al di sotto delle nostre aspettative a causa, probabilmente, della contrazione del turismo estero in Italia e degli effetti del Covid-19 sull’economia”. 

“I prezzi medi dell’annata risultano mediamente buoni, perché parliamo di 0,8-1,2 euro il chilo per Stanley, di 1-1,5 euro il chilo per le tipologie cino-giapponesi e di 1,5-2,5 euro e oltre per Regina Claudia, varietà piccola quasi come una ciliegia. Mi sarei aspettato, però, valori mediamente più alti in funzione del pesante crollo della produzione commercializzata che, probabilmente, si attesterà attorno al -60%”.

“Le quotazioni, in pratica, sono state remunerative per i produttori poco colpiti dal gelo. Mentre chi ha raccolto poco - conclude Monari - non è soddisfatto. Ora ci stiamo preparando alla campagna dei cachi: come per le ciliegie e le susine, non avremo una grande produzione. Ma è ancora troppo presto per indicare stime produttive”.

Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: