eventi
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

venerdì 13 luglio 2018


Alleanza Carrefour-VéGé-Pam per maxi centrale d'acquisto

Una nuova alleanza strategica nel settore della Grande distribuzione organizzata italiana. Si chiama Aicube (Associazione imprese internazionali indipendenti) la centrale d’acquisto tra Carrefour Italia, Gruppo VéGé e Gruppo Pam, presentata ieri a Milano. Un "soggetto" che si collocherà come interlocutore privilegiato per le piccole e medie imprese italiane e per l’industria di marca. 

L'alleanza, che non preclude l’ingresso futuro di altri soggetti della Gdo, avrà una durata di almeno tre anni, con una valenza che riguarda l'ambito nazionale e un sistema di mandati a negoziare incrociati. I tre Gruppi, così, gettano le basi per una fase di rinnovamento, consentendo loro di rivestire un ruolo da protagonisti in un mercato sempre più orientato e condizionato dal digitaleLa nuova centrale d’acquisto si fa da subito garante sia di un’offerta commerciale di qualità a condizioni più vantaggiose per il cliente finale, sia di una maggiore opportunità a scaffale per i prodotti di marca. 

Gli obiettivi immediati di Aicube sono tre: la definizione degli accordi di base con i principali fornitori comuni, l’identificazione di sinergie sulla marca del distributore mainstream e la condivisione di politiche comuni verso i co-packer, per quanto attiene la private label premium. Molta attenzione verrà messa nella condivisione con l’industria di trend e dati sul consumo e nell’assicurare un nuovo equilibrio nei rapporti commerciali, a tutela delle Pmi. 

"Aicube - ha sottolineato Stéphane Coum, presidente di Carrefour Italia - è un tassello importante per sostenere la transizione alimentare, punto cardine della nuova strategia del Gruppo. Per accelerare questo percorso, siamo impegnati da una parte a valorizzare le filiere e le produzioni locali e, dall’altra, a sviluppare accordi sinergici come quello annunciato oggi (ndr, ieri per chi legge). Grazie ad Aicube, potremo offrire ai nostri clienti prodotti di qualità a prezzi equi e, nel contempo, valorizzare le produzioni italiane sia in Italia che all’estero. Già oggi, infatti, Carrefour Italia esporta oltre 640 prodotti di circa 100 fornitori italiani nei nostri negozi di Francia, Belgio e Spagna per un totale di più di 184 milioni di euro”. 

Come ha spiegato Nicola Mastromartino, presidente del Gruppo VéGé, "ci siamo assunti responsabilmente e con senso pratico il compito di studiare una soluzione innovativa che assecondasse ancora meglio le istanze dei clienti che desiderano trovare sugli scaffali la massima scelta, tra prodotti di qualità della marca industriale e a marca VéGé, alle migliori condizioni di mercato. VéGé, leader negli ultimi anni per crescita di quote e ricavi, ha voluto intavolare un confronto con Pam, cui ci lega un’esperienza estremamente positiva di collaborazione e sinergie, e con Carrefour Italia, nella consapevolezza condivisa che solo unendoci avremmo avuto la possibilità di avere maggiore scelta, acquistare meglio e garantire prezzi più convenienti ai nostri clienti. Aicube è tutto questo, ma non solo - conclude - Abbiamo condiviso, infatti, anche l’impegno a essere un interlocutore che tutela l’affidamento delle piccole e medie imprese che, in questi anni, hanno fatto insieme a noi un percorso di crescita".

“Dopo diversi anni di proficua collaborazione con VéGé - ha aggiunto Salvatore Dina, presidente del Gruppo Pam - annunciamo con piacere la nascita della nuova Aicube arricchita dalla presenza di Carrefour Italia  La nuova compagine godrà del rinnovamento e dei nuovi stimoli grazie all'apporto di competenze maturate anche in ambito internazionale. La nuova Aicube rappresenta per la grande industria di marca un nuovo standard di efficienza ed opportunità nello scenario della distribuzione alimentare del mercato italiano".

In Italia, Aicube si va a posizionare nei primi posti del ranking delle centrali d’acquisto (market share del 14,3% secondo i dati Gnlc Nielsen di febbraio 2018) e rappresenta 5.179 punti vendita distribuiti in tutte le regioni, per un fatturato complessivo al consumo (incluso gruppi mandanti) di 16 miliardi di euro. 

Copyright 2018 Italiafruit News
     


A cura della Redazione

Altri articoli che potrebbero interessarti: