eventi
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
EIMA
Bologna
19-23 Ottobre 2021
TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

mercoledì 19 luglio 2017


L'integratore che costruisce il successo su frutta e verdura

Piace ed è seguita da più di 27mila persone la pagina Facebook di Sustenium, marchio di integratori alimentari/vitaminici di Menarini. L'azienda farmaceutica da questa estate ha avviato sul social network più popolare una influente attività divulgativa e pubblicitaria che coinvolge la frutta e la verdura quasi in maniera esclusiva, sulla scorta del successo ottenuto nell'ultimo anno con la pubblicità televisiva, curata da Armando Testa, e lanciata a marzo 2016, per promuovere l'utilizzo del nuovo prodotto di punta Sustenium "I Colori della Salute Mix 5". Una comunicazione che, in pratica, sfrutta l'idea della campagna informativa dei cinque colori del benessere, come abbiamo già evidenziato in passato con l'articolo "Se l'integratore fa leva sull'ortofrutta per vendere" del 10 marzo 2016.

Prima di andare al nocciolo della questione, vale la pena ricordare che gli integratori sono ormai a tutti gli effetti prodotti concorrenti dell'ortofrutta - si vedano gli altri articoli "Multa da 650 mila euro per gli integratori alimentari" del 26 gennaio 2015, "Integratori e health washing competitor sempre più insidiosi per l'ortofrutta" del 21 aprile 2015 e "Tra ibridi e nemici dichiarati dell'ortofrutta" del 21 marzo 2017 - e che il loro consumo è molto elevato tra i vegani e vegetariani, in quanto persone fortemente sensibili al tema della nutrizione.

Anche su Facebook, ora, Menarini è uscito alla scoperto muovendosi come un alleato del nostro settore, quindi sviluppando una forte e costante attività pubblicitaria abbinata all'ortofrutta, con la pubblicazione di testi, immagini di frutta con prodotti Sustenium e brevi video. Basta infatti collegarsi alla pagina di Sustenium per apprendere come la frutta e la verdura siano diventati negli ultimi mesi il fulcro delle attività di marketing aziendali, con tanto di divulgazione dei benefici dei singoli prodotti ortofrutticoli freschi attraverso collegamenti ad articoli disponibili nel sito web Sustenium.it.

Ecco il piano editoriale su Facebook

"Quale tra questi frutti contiene più potassio? Clicca e scopri se la tua risposta è quella giusta!", recita l'ultimo post di Sustenium che invita a scegliere tra avocado, kiwi o banana. "Quali alimenti sono i più ricchi di potassio?", chiede il 12 luglio l'azienda per invogliare le persone a cliccare su un articolo che segnala le proprietà e i benefici del nutriente. "Scopriamo un piccolo grande alleato della nostra salute, è vero che il ribes è un potente antiossidante?" il post precedente, datato 10 luglio. E ancora, il 7 luglio, "Sempre più spesso, anche al supermercato, si trovano carote di diversi colori. Nella foto però c'è un intruso: trovare il colore che non esiste è la nostra sfida quotidiana di oggi!"; il 3 luglio, "Elencare tutte le proprietà dello zenzero è una vera sfida quotidiana!"; il 30 giugno, "È tempo di fare il pieno di anguria! Sfida del weekend: chi conosce tutte le sue proprietà? Iniziamo noi: è antiossidante e antistress"; il 23 giugno, "È tempo di insalatone! Scopriamo insieme tutte le proprietà della lattuga".

Insomma, la nota azienda farmaceutica sta proponendo una vera e propria esplosione di contenuti sull'ortofrutta da commentare e condividere, proprio nel momento in cui l'estate e il caldo stanno determinando problemi di affaticamento e cali di pressione e in cui i consumi di prodotti ortofrutticoli sono più sostenuti.



Il risultato di questa strategia, però, va a danneggiare il settore ortofrutticolo, come riassume un utente della pagina, che, a proposito di Sustenium "I Colori della Salute Mix 5", scrive: "Ora che l'ho scoperto... A cosa servono più frutta e verdura?", condividendo la sua sensazione positiva con altri amici. Da parte degli organizzatori del profilo pubblico non ci sono state, purtroppo, risposte. Si sta verificando quindi quanto era prevedibile già un anno e mezzo fa, a seguito del lancio della campagna tv. Forse per il nostro settore è arrivata l'ora di alzare i gomiti, di "difendersi" attaccando: con la realizzazione di strategie di comunicazione comparative, a partire dai mass media, e di pubblicità progresso altamente emozionanti, in grado di cogliere nel segno e di non fare passare il messaggio (ingannevole) che gli integratori alimentari/vitaminici possono sostituire una normale alimentazione.

Copyright 2017 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: