eventi
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

giovedì 2 marzo 2017


Sequestri al Mercato di Catania, il Maas replica a Codacons

A seguito dei recenti controlli al Maas (Mercati agro-alimentari siciliani) di Catania, che hanno fatto scattare il sequestro di agrumi e ortaggi, il Codacons ha presentato un esposto alla Procura a tutela dei consumatori. 

Il blitz del corpo forestale al mercato ortofrutticolo di contrada Jungetti, come riporta la stampa locale, si è concluso con il sequestro di circa 10 mila chili di agrumi, 1.300 di melanzane, 500 di patate, con l’arresto di due persone accusate di furto e, infine, con la denuncia di un commerciante - titolare del box dove era depositata la merce rubata - per ricettazione. 

Da qui il Codacons chiede alla Procura di Catania l’apertura delle indagini per commercio di sostanze alimentari contraffatte o adulterate e per commercio di sostanze alimentari nocive. "Il commercio di prodotti privi di tracciabilità - afferma Giovanni Petrone, presidente regionale Codacons - non solo arreca un grave danno all’economia sostenibile del nostro territorio, ma agisce a discapito della salute dei consumatori. L’ingresso del Maas di Catania andrebbe presidiato costantemente così da vigilare sempre sulla merce in ingresso. Se i vertici del Maas non riescono a garantire il rispetto della legge e la necessaria vigilanza all'ingresso e tracciabilità della merce vengano rimossi".

In una nota, il Cda del Maas rassicura i propri consumatori: al Mercato ogni giorno vengono venduti tonnellate di prodotti freschi che rispettano i dettami delle leggi vigenti  in materia di salubrità e igiene degli alimenti, secondo i principi del regolamento Ce 852/2004. Il Maas puntualizza inoltre che i controlli vengono effettuati da organi ufficiali. 
E aggiunge: il tenore del comunicato stampa del Codacons, è frutto della scarsa conoscenza delle dimensioni economiche ed occupazionali  del Maas.

“Premettendo che siamo a disposizione della Procura della Repubblica – scrive il Cda del Maas - per quanto necessario e oltre, per far luce e chiarezza sullo stato dei fatti, precisiamo che le uniche informazioni sull’operazione del corpo forestale agli atti della società sono comunicati stampa”.


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: