eventi
THINK FRESH 
6 Settembre 2021
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

mercoledì 28 settembre 2016


Russia, verso la revoca dell'embargo a Egitto e Bosnia

Il “mini embargo” russo sui prodotti ortofrutticoli egiziani (clicca qui per leggere la notizia) avviato la scorsa settimana è destinato ad essere revocato nel giro di pochi giorni. Lo riporta una nota del Servizio federale per la sorveglianza fitosanitaria (Rosselkhoznadzor) a seguito di un vertice, a Mosca, tra i rappresentanti russi e quelli della repubblica nord africana.

Il provvedimento restrittivo su frutta, verdura e patate era entrato in vigore lo scorso 22 settembre ed era stato motivato dal fatto che, diverse forniture egiziane, non sarebbero state sicure da un punto di vista fitosanitario: in particolare nei lotti erano stati trovati parassiti come la mosca mediterranea della frutta.

Le autorità russe avevano chiesto interventi a quelle egiziane e tra ottobre e novembre una delegazione di Mosca si recherà nel Paese africano per verificare il rispetto dei requisiti fitosanitari per poter procedere all'importazione di patate, che al momento restano soggette al provvedimento restrittivo. “Il protocollo relativo a questo prodotto – ha spiegato Rosselkhoznadzor – sarà rivisto durante quella visita”.


E non è tutto: la Russia annullerà a breve il divieto di importazione di frutta e verdura dalla Bosnia. Lo ha dichiarato ieri  il ministro del Commercio estero di Sarajevo Mirko Sarovic al portale "Klix". Sarovic ha affermato che "la Russia è un partner commerciale molto importante per la Bosnia, il più importante dopo l'Unione europea e la questione rappresenta pertanto una priorità per il lavoro del governo". Mosca aveva imposto il divieto dopo avere riscontrato una serie di irregolarità nel lavoro degli ispettorati fitosanitari bosniaci chiedendo alle autorità in Bosnia di istituire un interlocutore unico, trasversale ai vari livelli di potere, per risolvere le questioni legate all'ispettorato.

Copyright 2016 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: