eventi
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

lunedì 2 maggio 2016


Cuba apre ai Mercati all'ingrosso

Dopo il parziale riavvicinamento con gli Stati Uniti, suggellato dalla storica visita del presidente Obama nel paese caraibico, Cuba si prepara ad una svolta per certi versi storica: il Governo ha infatti autorizzato l'apertura di mercati all'ingrosso ad una parte del settore privato. 
Le nuove misure, in vigore da oggi, sono state annunciate per rispondere alla crescente domanda che genera l'aumento dei prezzi dei beni alimentari. Un ulteriore tassello nel graduale processo di modernizzazione del modello economico cubano. Al momento, l'Esecutivo ipotizza l'apertura di tre Mercati statali all'ingrosso nella regione della Capitale, a Trinidad e nella provincia di Santa Clara. 

Le importazioni a Cuba sono prerogativa esclusiva dello Stato e le nuove misure consentono alle cooperative ed alcuni piccoli operatori “cuentapropistas” (in affitto presso strutture statali) di negoziare direttamente con gli importatori statali. Secondo la stampa ufficiale la misura interesserà direttamente circa 3.800 soggetti economici privati dei settori alimentare, facchinaggio e servizi tecnici. Da quando Cuba ha autorizzato la creazione di cooperative private, alla fine del 2012, ne sono state approvate 219 la maggior parte delle quali a L'Avana, ma solo 108 sono pienamente funzionanti. 

Il Segretario dell’Agricoltura degli Stati Uniti, Thomas Vilsack, in una recente visita a Cuba era rimasto sorpreso dalla varietà e qualità dell'ortofrutta cubana: “Abbiamo visitato uno dei mercati a L’Avana, un luogo dove circa 2000 persone vanno a fare acquisti ogni giorno. Ho visto un’impressionante varietà di frutta disponibile per i consumatori qui, ed è interessante sapere che questa frutta proviene da un migliaio di fattorie urbane”

Copyright 2016 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: