eventi
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
EIMA
Bologna
19-23 Ottobre 2021
TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

martedì 1 settembre 2015


Le soluzioni biodegradabili di Novamont a Macfrut

Novamont, leader nel settore delle plastiche biodegradabili, rinnova il suo appuntamento con Macfrut che quest'anno si svolgerà nella nuova sede della fiera di Rimini dal 23 al 25 settembre.

All'edizione 2015 di Macfrut, presso il proprio stand (Padiglione D3, Stand 149-172), Novamont presenterà le applicazioni biodegradabili e compostabili in Mater-Bi® destinate al settore agricolo, fra le quali spicca il telo per pacciamatura, prodotto di punta ormai ampiamente diffuso sul mercato che da quest'anno si fregia di un'ulteriore riconoscimento.

Il telo per pacciamatura in Mater-Bi®, infatti, è il primo e unico telo biodegradabile tra quelli disponibili sul mercato ad aver ottenuto la certificazione Vinçotte "OK BIODEGRADABLE SOIL" sull'intero manufatto finito e non soltanto sulla materia prima. Accanto al telo per la pacciamatura verranno presentati anche gli altri prodotti per la bioagricoltura come gli erogatori di feromoni e le clips per le coltivazioni in serra e le principali novità nel settore dell'ecopackaging.
 
In questo ambito, oltre ai sacchi per frutta e verdura e ai guanti, già disponibili sul mercato, i visitatori potranno scoprire una nuova vaschetta per l'ortofrutta, disponibile sul mercato dall'inizio del 2016, al cui sviluppo Novamont sta lavorando insieme ad un proprio partner. Si tratta di una soluzione ad altissimo contenuto di innovazione tecnologica perché realizzata al 100% in Mater-Bi®, dal cartoncino estruso fino al cling film che avvolgerà la vaschetta con la frutta, entrambi già certificati per l'idoneità al contatto alimentare e compostabili secondo la norma EN13432.
 
L'appuntamento principale è per il 23 settembre 2015, dalle ore 14.30 alle ore 16.30 con il convegno: "Dalla filiera agricola integrata alle bioplastiche: il progetto Novamont e le interazioni con il territorio".

Il convegno ha lo scopo di presentare un modello di filiera nazionale della bioeconomia nei suoi elementi fondamentali, dall'approvvigionamento dei prodotti primari alla fruizione dei bioprodotti nel sistema agroalimentare, sottolineando gli aspetti di innovazione, integrazione con il territorio, creazione di modelli virtuosi e sostenibilità ambientale, con la valorizzazione di tutti gli aspetti del sistema e attraverso la testimonianza diretta degli attori coinvolti nel processo. Con la moderazione di Antonio Cianciullo de La Repubblica, Giulia Gregori (Novamont), Albano Agabiti (Coldiretti Umbria), Mauro Stella (Az. Agr. Stella), Marco Dreni (CIO), Carlo Bisaglia (CRA ING) e Giampaolo Oliviero (OP Vallepadana) parleranno di collaborazioni di filiera, di applicazioni di pacciamatura su pomodoro da industria, di biolubrificanti, di packaging biodegradabile e compostabile e tanto altro ancora.

Il 24 settembre invece, dalle 15.30 alle 16.15 si affronterà il tema de "Le bioplastiche nel settore ortofrutta". Il seminario sarà focalizzato sul prodotto di punta nel settore bioplastiche per l'agricoltura: il telo per pacciamatura biodegradabile. Scopo dell'incontro sarà informare gli interessati sull'attuale stato dell'arte in riferimento all'utilizzo e alla diffusione di questa applicazione nonché riguardo alcuni aspetti certificativi.

In chiusura, il 25 settembre, dalle 10.30 alle 11.15, avrà luogo l'incontro "Le opportunità della nuova PAC per la bioeconomia". Finalizzato a fornire tutte le informazioni utili sugli strumenti di finanziamento messi a disposizione dalle regioni per supportare l'utilizzo di applicazioni plastiche biodegradabili in agricoltura, l'appuntamento, moderato da Luciano Trentini, vedrà la partecipazione di Carlo Malavolta (Regione Emilia Romagna) e di Sara Guerrini (Novamont).


Fonte: Ufficio Stampa Novamont


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: