eventi
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

martedì 14 aprile 2015


Oi Pera compie un anno: puntiamo al 70% dei produttori

Ad un anno dalla nascita dell'Organizzazione Interprofessionale Pera e dopo numerose e "soddisfacenti attività svolte", a vantaggio della ricerca (progetto per la frigoconservazione), dell'informazione (sviluppo del catasto dettagliato), della promozione (partecipazione a fiere, realizzazione di un evento a New York per l'Abate Fétel Igp) e dell'autoregolamentazione, il presidente Gianni Amidei confida che una parte consistente di quei produttori pericoli italiani che non hanno ancora aderito all'Oi, comincino a valutare questa possibilità. "Oggi rappresentiamo poco meno del 60% dei produttori" ci ha sottolineato Amidei. "Ci aspetteremmo a breve di arrivare al 70% per poter incidere maggiormente...".

Un impulso ai nuovi ingressi potrebbe arrivare proprio in questi mesi che precedono FuturPera (19-21 novembre 2015, Ferrara), fiera di filiera voluta e organizzata dall'OI che, insieme a Ferrara Fiere Congressi, si sta impegnando fortemente per ridare slancio ad un comparto molto avanzato sotto il profilo produttivo-tecnologico, ma che negli ultimi anni non sta garantendo una adeguata soddisfazione ai produttori agricoli.

"Quest'anno speravamo in un mercato effervescente da Natale in poi, ma purtroppo ciò non si è verificato, in quanto le quotazioni sono rimaste praticamente immutate rispetto a Natale. Con molta probabilità avremo una chiusura di campagna che non ci porterà novità" ha evidenziato il presidente dell'Oi Pera, ponendo l'attenzione sulla campagna 2014/15, partita con "prezzi nettamente insufficienti" e condizionati dalla pessima campagna della frutta estiva. Con il passare dei mesi, poi, "il mercato ha mostrato una certa vivacità, soprattutto per quanto riguarda i consumi, che hanno spinto i decumuli e, di conseguenza, anche l'assorbimento rapido delle rimanenze" spiega Amidei. I prezzi hanno via via raggiunto "livelli migliori, ma sempre non sufficienti rispetto alle necessità dei costi produttivi e al leggero aumento della raccolta (+4% sul 2013)".

Relativamente alle varietà, la campagna di Kaiser e Decana, che più di tutte hanno sofferto un calo produttivo, è quasi terminata; l'Abate Fétel (+18% di raccolto nel 2014) finirà la stagione nel mese di aprile, mentre la vendita di Conference dovrebbe protrarsi sino alla fine di maggio. 

Copyright 2015 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: