eventi
THINK FRESH 
6 Settembre 2021
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

martedì 24 settembre 2013


BESTACK, A MACFRUT SI PARLA DI IMBALLAGGI & SHELF LIFE: IMPLICAZIONI MICROBIOLOGICHE E RIPERCUSSIONI ECONOMICHE PER L'ORTOFRUTTA

Ogni anno in Italia 260 mila tonnellate di prodotti alimentari si disperdono lungo la filiera distributiva e diventano spazzatura: nel 40% dei casi si tratta di prodotti ortofrutticoli. E al livello del consumatore finale gli sprechi raggiungono valori ancora più allarmanti: ogni famiglia spreca in media una quantità di cibo del valore di 454 euro all'anno (il 16% di questo spreco è costituito da prodotti ortofrutticoli).
La chiave di tutto sta nella cosiddetta shelf life del prodotto, ovvero il periodo oltre il quale esso non può essere venduto e consumato: se parliamo di ortofrutta, scegliere l'imballaggio più idoneo è una misura fondamentale per migliorare la shelf life e quindi cercare di ridurre gli sprechi alimentari, dal punto vendita fino alla tavola del consumatore. E non solo. Uno sviluppo in tal senso porterebbe ad un miglioramento del prodotto dal punto di vista qualitativo, con benefici anche in termini economici.
Della relazione fra imballaggi e shelf life dei prodotti ortofrutticoli si parlerà nel corso della conferenza stampa-workshop in programma giovedì 26 settembre alle ore 12 alla Fiera di Cesena presso sala Agricoltura.
Durante il workshop - organizzato da BESTACK, il consorzio nazionale dei produttori di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta - la professoressa Rosalba Lanciotti del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari dell'Università di Bologna esporrà i risultati di uno studio accademico che analizza le relazioni fra diversi materiali di imballaggio e shelf life, esponendo quali scelte preferire per migliorare quest'ultima, mentre il professor Roberto Della Casa dell'Università di Bologna tradurrà il possibile miglioramento della shelf life del prodotto in termini economici lungo la filiera.

Fonte: Ufficio Stampa Bestack


Altri articoli che potrebbero interessarti: