eventi
THINK FRESH 
6 Settembre 2021
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

mercoledì 24 luglio 2013


EMILIA-ROMAGNA, BANDO DA 300 MILA EURO PER LA RICERCA CONTRO LA BATTERIOSI DEL KIWI E LA VAIOLATURA DEL PESCO

Nuove risorse dalla Regione Emilia-Romagna per finanziare la ricerca su due delle patologie più gravi che colpiscono la frutticoltura emiliano-romagnola: la batteriosi del kiwi e la vaiolatura delle drupacee. Si tratta di 300 mila euro con i quali verrà finanziato il bando, rivolto a Università ed enti di ricerca pubblici e privati, in scadenza il 12 agosto.
"Le fitopatie purtroppo sono in aumento – spiega l'assessore regionale all'Agricoltura Tiberio Rabboni - e la Regione con queste risorse stanziate in assestamento di bilancio conferma il proprio impegno per individuare, da un lato, tecniche colturali in grado di prevenirne o comunque limitarne la diffusione, dall'altro per approfondire la conoscenza della biologia dell'agente patogeno che le determina. Per quanto riguarda, in particolare, la batteriosi del kiwi daremo continuità a un precedente progetto di ricerca che si sta avviando a conclusione e che richiede ulteriori approfondimenti".
I progetti che saranno finanziati dovranno avere una durata massima di due anni e prevedere attività dimostrative e indicazioni di immediata trasferibilità alle aziende. Il virus sharka, o vaiolatura delle drupacee, interessa ormai vaste aree del territorio regionale e al momento l'unica forma di contrasto efficace consiste nel coltivare varietà di piante resistenti. Per quanto riguarda la batteriosi del kiwi già dal 2009 la Regione ha messo a punto forme di contenimento della malattia e previsto un piano di aiuti per gli agricoltori costretti ad estirpare le piante malate.

Fonte: Regione Emilia Romagna


Altri articoli che potrebbero interessarti: